Martedì, 24 Novembre, 2020

Drammatica caduta in Polonia, Fabio Jakobsen in coma

Fabio Jakobsen in coma dopo la caduta Fabio Jakobsen in coma dopo la caduta
Cacciopini Corbiniano | 09 Agosto, 2020, 20:23

Il test diagnostico non ha rivelato lesioni cerebrali o spinali, ma a causa della gravità delle sue molteplici lesioni è ancora in stato comatoso e verrà attentamente monitorato nei prossimi giorni presso il Wojewódzki Szpital di Katowice. Groenewegen è stato squalificato dai commissari di gara. Fortunatamente con il passare delle ore, la situazione si è stabilizzata fino ad oggi quando è arrivata la bella notizia.

In un lungo e appassionato intervento su Facebook, Silvio Martinello spiega che manovre come quella che ha fatto Groenewegen si sono viste decine di volte e solitamente vengono sanzionate. E' stato proprio quest'ultimo, infatti, a provocare la caduta del collega nell'arrivo in volata della prima tappa del Giro di Polonia. Ora le sue condizioni sono migliorate e il corridore olandese è stato risvegliato.

"Voglio davvero ringraziare calorosamente i medici e il personale ospedaliero per la loro pronta assistenza e assistenza, e auguro anche a tutti gli atleti coinvolti nell'incidente una pronta guarigione".

Il mondo del ciclismo ha offerto il suo sostegno a Jakobsen.

"Non era come speravo di arrivare al traguardo. I pensieri sono con lui, Deceuninck-QuickStep e la sua famiglia!" ha twittato il ciclista belga Jasper Philipsen, rimasto coinvolto nell'incidente. Dopo la spinta del connazionale Dylan Groenewegen, finito poi sotto accusa per comportamento anti-sportivo, il classe 1996 era finito contro le transenne rimediando un grave trauma cranico, e numerose ferite con lesioni importanti che avevano fatto temere per la sua vita. Un cambio di direzione, il suo, che ha innescato una miccia che ha cambiato il finale, con una esplosione che ha travolto corridori e un giudice.

Altre Notizie