Venerdì, 22 Ottobre, 2021

"Se entri in Svizzera ti rimandano a casa, e fanno bene". Salvini zittisce il contestatore

Evangelisti Maggiorino | 08 Agosto, 2020, 18:50

Curioso episodio quello che si è verificato questa mattina ad Empoli, durante la visita di Salvini in città ed un comizio avuto al cospetto dei cittadini. Ad un certo punto, infatti, il Segretario della Lega è tornato su un argomento delicato, come quello dell'associazione della sua figura a quella dei fascisti, a maggior ragione dopo che nella giornata di ieri vi abbiamo parlato del fatto che abbia indossato a Macerata la mascherina con il messaggio "Memento Audere Semper". Affrontando alla lontana la vicenda, l'ex Ministro dell'Interno si è dapprima rivolto ai contestatori. "Grazie, fatti un bagno che ti rilassi", era stata la replica di Salvini.

Matteo Salvini non ha mai nascosto la sua avversione nei confronti del governo cinese, e più volte si è pronunciato contro l'accordo che Luigi Di Maio firmò con Xi Jinping sul progetto della Via della Seta, quando Salvini governava insieme al M5s.

Il leader della Lega è come un fiume in piena: "Perché Palazzo Chigi non avvertì almeno le Regioni?" chiede Salvini. "Dal ministero della Salute è uscito a gennaio una piano nazionale di emergenza per contrastare il coronavirus - si leggeva sul Corsera - Se la più fosca delle previsioni non si è realizzata è perché il governo ha scelto, anche se gradualmente di chiudere l'Italia imponendo il distanziamento sociale" si giustificavano i tecnici.

Abbiamo consultato il video in diretta pubblicato sulla pagina Facebook di Salvini e possiamo confermarvi l'accaduto in quel di Empoli. I militanti della Lega hanno iniziato subito a ripulire le vetrate. Qui le immagini, con l'episodio al minuto 4:20.

Altre Notizie