Sabato, 27 Novembre, 2021

Beirut, spunta l'ipotesi dell'attacco. Il presidente Aoun: possibile bomba

Beirut, spunta l'ipotesi dell'attacco. Il presidente Aoun: possibile bomba Beirut, spunta l'ipotesi dell'attacco. Il presidente Aoun: possibile bomba
Evangelisti Maggiorino | 08 Agosto, 2020, 17:06

Mentre sale il bilancio delle vittime dell'esplosione di Beirut e anche il direttore del porto viene arrestato il presidente libanese Michel Aoun non esclude che le due esplosioni possano essere state il risultato di "un'aggressione esterna, con l'ausilio di un missile, di una bomba o di un altro mezzo". "Le indagini continuano a includere tutti gli altri sospetti, al fine di chiarire tutti i fatti relativi a questo disastro", ha aggiunto Akiki, spiegando che finora sono state interrogate 18 persone. Secondo le autorità, quasi 3.000 tonnellate di nitrato di ammonio, utilizzato per i fertilizzanti, ma anche per costruire bombe, erano state tenute per sei anni senza misure di sicurezza nel magazzino esploso. Alcuni manifestanti sono rimasti feriti durante le azioni della polizia.

Il Libano è agitato dall'esasperazione della popolazione verso un sistema politico che si rivelatosi incapace di affrontare la crisi economica e sociale e garantire la sicurezza della stessa capitale. E in caso di diniego francese, ha proseguito il presidente, il Libano si rivolgerà ad altri paesi.

Intanto sono sedici i funzionari del porto arrestati dalle autorità. Il deputato Marwan Hamadeh si è invece dimesso in seguito all'accaduto e lo stesso ha fatto l'ambasciatore libanese presso la Giordania Tracy Chamoun dichiarando che nel Paese c'è bisogno di un cambio di leadership e ha chiesto un'indagine internazionale sulla catastrofe.

Altre Notizie