Mercoledì, 20 Gennaio, 2021

MotoGP, Marc Marquez sottoposto a secondo intervento chirurgico

Crutchlow Cal Crutchlow concluderà la sua esperienza con la Honda a fine stagione
Cacciopini Corbiniano | 07 Agosto, 2020, 22:21

La HRC ha comunicato che il collaudatore Stefan Bradl sostituirà Marquez nel prossimo GP. Una frattura all'omero non si può recuperare in soli 5 giorni e anche il fenomeno di Cervera se n'è accorto. Anche Andrea Dovizioso ha tutte le credenziali in ordine per competere per l'iride: a differenza di Marquez il forlivese della Ducati ha dato ampie garanzie del proprio stato di salute dopo l'infortunio rimediato nel mese di luglio e adesso potrà giocarsi tutte le sue carte in quella che è a tutti gli effetti un'occasione più unica che rara per laurearsi campione del mondo in MotoGP.

Il Dottor Mir assicura che l'intervento era riuscito e che non si aspettava che la placca fosse insufficiente.

"Marc Marquez è stato operato 13 giorni fa e oggi è tornato in sala operatoria". Un accumulo di stress nella zona dell'intervento ha prodotto danni alla placca, che oggi è stata rimossa e sostituita con un altro supporto. Il Dottore ha così interrotto un digiuno che durava dal 14 aprile 2019 e chissà che il circuito ceco non possa rappresentare un'ulteriore svolta per la sua stagione. Marquez non ha sentito dolore, ma ha sempre seguito le sensazioni del suo corpo e i consigli del personale medico. Sfortunatamente, un sovraccarico di stress ha causato il problema. L'imperativo, ora, è quello di essere prudenti, per cui Marquez attenderà di aver recuperato al 100% prima di provarci un'altra volta: le sue condizioni saranno valutate per ogni weekend di gara, ma è molto probabile che lo rivedremo in pista solo dopo la doppia tappa del Red Bull Ring, quindi a settembre per il GP di Misano.

Altre Notizie