Mercoledì, 20 Gennaio, 2021

Egitto e Grecia, accordo su frontiere marittime - Economia

Egitto e Grecia firmano un accordo sulle frontiere marittime ma per la Turchia non ha valore Egitto e Grecia firmano un accordo sulle frontiere marittime, ma per la Turchia «non ha valore»
Evangelisti Maggiorino | 07 Agosto, 2020, 20:48

Egitto e Grecia da ieri hanno una Zona economica esclusiva comune. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, nella conferenza stampa congiunta tenuta con l'omologo greco Nikos Dendias e trasmessa in diretta tv. L'accordo - di cui non sono ancora stati resi noti i dettagli, ma che arriva dopo tre anni di negoziati - influenzerà in chiave antiturca lo sfruttamento dei giacimenti di gas e petrolio scoperti recentemente nel Mediterraneo orientale, in particolare nelle aree contese da decenni fra Atene e Ankara: secondo la Turchia, le circa 6 mila isole greche non dovrebbero essere considerate nel calcolo delle zone marittime d'interesse economico, una posizione che, per Atene, violerebbe le norme diritto internazionale. Dal canto suo il ministro greco ha affermato che questa intesa è "l'opposto" di quella firmata l'anno scorso fra Turchia e governo libico di Tripoli, la quale "andrebbe gettata nel cestino". Dendias, sempre riferendosi implicitamente ad Ankara, ha detto che l'accordo firmato oggi "segna una nuova tappa delle relazioni strette fra i due Paesi" consentendo loro "di far fronte, fianco a fianco, a tutte le sfide".

La Turchia non riconosce il "cosiddetto accordo sulle frontiere marittime" siglato oggi tra Egitto e Grecia e ne dimostrerà l'inefficacia "sul terreno e nei tavoli" internazionali.

C'è intesa tra Egitto e Grecia sui confini via mare.

Altre Notizie