Mercoledì, 27 Gennaio, 2021

Isola Gallinara, ricco ucraino la compra per oltre 10 milioni

Isola Gallinara L'isola Gallinara ha un nuovo proprietario: venduta per 10 milioni a un magnate ucraino
Evangelisti Maggiorino | 06 Agosto, 2020, 21:26

"Anche se si sa, i privati erano già in possesso dell'isola e finora nessuno né la Regione, né il Comune ha mai fatto alcuna proposta di acquisizione di un bene unico dal punto di vista paesaggistico e naturalistico ma la cui gestione metterebbe in forte difficoltà un ente pubblico come il comune di Albenga che non riesce a far fronte neppure al patrimonio esistente".

Un magnate ucraino, residente nel Principato di Monaco, ma con cittadinanza di Grenada è quindi il nuovo proprietario della Gallinara.

Ma chi è Olexandr Bogslayev? Olexandr Boguslayev, 42 anni, figlio di un politico e industriale ucraino, ha comprato il pezzo di terra da un gruppo di banchieri e industriali italiani che l'avano da circa 40 anni.

Cosa succederà adesso all'isola ligure?

"Potrebbe essere una svolta positiva per la nostra cittadina che, chissà, potrebbe registrare ospiti interessanti che potrebbero fare shopping nei negozi cittadini, frequentando bar e ristoranti e promuovendo l'ospitalità e l'accoglienza che contraddistingue commercianti esercenti e albergatori ingauni che, negli ultimi anni, per colmare i mancati investimenti e progetti di rilancio da parte di amministrazioni dormienti, si sono rimboccati le maniche per migliorare i propri locali e animare il nostro centro storico diventato, una delle mete più gettonate da giovani e meno giovani per le proprie serate all'insegna del divertimento". Cambierà la sua "destinazione d'uso"?

Da quel momento in poi, tra guerre e rimbalzi di possedimenti, l'Isola cambiò diversi proprietari come Riccardo Diana, industriale di Genova che portò acqua ed elettricità e che realizzò una splendida villa sull'isola. Ce lo chiediamo perché fino ad oggi l'isola è stata inaccessibile ai turisti e, nel passato, rifugio di santi e di Papi, come Alessandro III nel 1162. A partire dal XIII secolo, il monastero subisce una progressiva decadenza finendo sotto il controllo genovese. Ora pare che Boguslayev abbia portato avanti delle trattative e che a breve, vedremo i cambiamenti, se ce ne saranno, su questa meravigliosa isola.

E soprattutto i liguri, da sempre popolo piuttosto schivo e riservato, come accoglieranno questa nuova gestione?

Altre Notizie