Lunedi, 26 Ottobre, 2020

Coronavirus, Aifa autorizza la sperimentazione in Italia del vaccino ReiThera

Vaccino italiano, arriva il via libera per la sperimentazione dall'AIFA: come funziona Vaccino ReiThera, dall'Aifa ok a sperimentazione di fase I in Italia
Machelli Zaccheo | 02 Agosto, 2020, 23:07

I dati, pubblicati su Nature, rilanciati ieri da Agi, "rivelano che il vaccino sperimentale, basato su vettori derivati da adenovirus di serotipo 26 (Ad26) ha indotto una forte risposta immunitaria come provato dagli 'anticorpi neutralizzanti', riuscendo a prevenire infezioni successive e proteggendo completamente o quasi completamente dal virus i polmoni di primati non umani (NHPs) nello studio pre-clinico".

C'è una nuova speranza nella lotta al Coronavirus, e risponde al nome di ReiThera, cioè l'azienda bio-tecnologica italiana produttrice di un vaccino anti-Covid di cui l'Agenzia Italiana del Farmaco ha appena autorizzato la sperimentazione. L'annuncio ufficiale in una nota dell'Aifa: "Lo studio è stato già valutato positivamente dall'Istituto Superiore di Sanità e ha ottenuto il parere favorevole del Comitato etico dell'Inimi Spallanzani. Ha dimostrato di essere sufficientemente sicuro ed immunogenico nei modelli animali". I 90 volontari sani saranno arruolati in due coorti sequenziali (coorte di adulti e coorte di anziani). La coorte degli anziani avrà al suo interno un totale di 45 soggetti sani, di età compresa tra 65 e 85 anni. La coorte degli adulti arruolerà in tutto 45 soggetti sani di età compresa tra 18 e 55 anni. Entrambi i gruppi saranno divisi in squadre di volontari più piccole, 15 persone ciascuna, per consentire tre tranche di trattamento, con tre dosi crescenti di vaccino.

La coorte 1 partirà per prima e procederà in maniera sequenziale, previa verifica dei dati di sicurezza ai differenti step.

A sostenere il progetto di sviluppo del vaccino vi sono il Ministero della Ricerca con il CNR e la Regione Lazio.

"E' una bella notizia che presso l'INMI 'Lazzaro Spallanzani' di Roma e il Policlinico G.B. Rossi di Verona si avvii la sperimentazione sui primi volontari per il GRAd-COV2, candidato vaccino italiano contro il Covid-19".

E il ministro Manfredi ha aggiunto: "La ricerca italiana sta lavorando senza sosta per dare delle risposte al Paese".

Altre Notizie