Martedì, 04 Agosto, 2020

Coronavirus, ordinanza di Speranza: si torna al distanziamento sui treni

Covid-19, distanziamento sui treni scade oggi: c’è preoccupazione I treni ad alta velocità possono tornare a viaggiare al 100% dei posti
Esposti Saturniano | 02 Agosto, 2020, 18:54

La reazione della compagnia è stata affidata al vice presidente esecutivo, Flavio Cattaneo, ospite di 'Stasera Italia weekend': "Domani siamo ai primi di agosto, ci saranno moltissime persone in partenza, per forza dobbiamo annullare dei treni perché in base all'ordinanza del ministro Speranza li dobbiamo annullare, daremo i rimborsi". Il manager parla di una discriminazione per il treno rispetto ad altri mezzi di trasporto che possono viaggiare a capacità piena e spiega che strutturalmente il treno presenta condizioni migliori rispetto ad altri mezzi come ad esempio l'aereo. Abolito, anzi no. È caos sulle nuove regole per contenere i contagi da Covid-19 sui i mezzi di trasporto. Secondo l'ad di Italo l'ordinanza firmata dal ministro Speranza crea ora dei danni alle aziende tanto da essere costretti a sopprimere dei treni "con inevitabili disagi per i passeggeri".

Ecco che è sceso direttamente in campo il ministro della Salute Robero Speranza con un'ordinanza che ribadisce senza dubbio alcuno l'obbligo del distanziamento interpersonale.

Anche in Lombardia aumenta il numero di persone che potranno salire sui mezzi pubblici: nella nuova ordinanza della Regione Lombardia in vigore da domani al 10 settembre per i mezzi autofilotranviari di trasporto pubblico locale interurbano è consentita l'occupazione del 100% dei posti a sedere e del 50% dei posti in piedi; lo stesso per i mezzi metropolitani, bus e tram urbani e per i treni utilizzati per i servizi ferroviari di trasporto pubblico regionale.

La Ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha inviato una lettera a tutte le compagnie, in cui lecsi invita a tornare alle misure precedenti.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), inoltre, parlando della deroga al distanziamento di un metro adottata da Trenitalia e Italo, ha detto che è consentita a patto che l'aria a bordo sia rinnovata continuamente, che i flussi siano verticali e e si faccia in modo le porte di salita e discesa restino sempre aperte durante le soste e che, proprio le salite e le discese, devono essere disciplinate individualmente.

Trenitalia e Italo ci ripensano e cancellano molti biglietti sopprimento alcuni treni.

Con un messaggio postato su Facebook il ministro Speranza ha confermato che le misure per il distanziamento sui treni resteranno in vigore.

Altre Notizie