Mercoledì, 02 Dicembre, 2020

Bill Clinton nega, "mai stato" sull'isola di Epstein

Bill Clinton Bill Clinton e giovani ragazze sull'isola delle"orgie sessuali di Epstein Sputnik. Alexei Druzhinin
Evangelisti Maggiorino | 02 Agosto, 2020, 17:10

Nei documenti desecretati, in relazione ai legami di Ghislaine Maxwell con il magnate accusato di pedofilia, Virginia Giuffre ha affermato di essere stata "svenduta" ad un altro principe, oltre al duca Andrea di York e a un presidente spagnolo.

Nella causa intentata contro Ghislaine Maxwell, Virginia Giuffre ha accusato la complice di Epstein di aver avuto il ruolo di "adescatrice" di ragazze, molte delle quali di soli 15 anni, e di aver partecipato agli abusi nei loro confronti. "Lo disse con una risata", ha detto la donna, spiegando che non ha mai capito se fosse ironico o meno.

A raccontare nel dettaglio cosa accadeva a Little St. James è proprio la Giuffre che Maxwell conobbe a Mar-a-Lago, il residence di Donald Trump dove l'allora teenager lavorava negli spogliatoi. Risposta: "Sì, Clinton era accompagnato da due ragazze molto giovani di New York".

L'amicizia tra Clinton e Epstein è comunque stata al centro delle discussioni già diverse volte in passato. Il milionario aveva offerto numerose volte un passaggio sul suo jet privato, soprannominato "Lolita Express". Tra i documenti figurano anche registri di volo del jet privato di Maxwell verso l'isola privata del finanziere, e rapporti di polizia di Palm Beach, in Florida, dove Epstein possedeva una residenza. Giuffre ha raccontato che sull'aereo salivano spesso personaggi famosi, inclusi l'ex vicepresidente Al Gore e le modelle Naomi Campbell e Heidi Klum.

In una email del 25 gennaio 2015 "Jeffrey" scrive a una "GMax" evidentemente preoccupata: "Esci e cammina a testa alta, non agire come un criminale in fuga". Tutto dipenderà dalla battaglia legale in corso per cercare di bloccarne la pubblicazione. Nel procedimento giudiziario, la Giuffre accusava la Maxwell di averla attirata con l'inganno, quando era un'adolescente, nella cerchia dell'ex finanziere, offrendole un lavoro come massaggiatrice.

Ma ora che le carte delle indagini cominciano ad essere pubblicate per ordine di un giudice federale di Manhattan, Loretta Preska, quei vip e quei potenti tremano.

Rimangono invece ancora riservati i documenti contenenti le deposizioni della Maxwel, sui quali pende la decisione di un giudice di appello. Faceva parte dell'ampio giro di ragazzine reclutate agli inizi degli anni Duemila da Ghislaine Maxwell, 58 anni, figlia del controverso editore britannico Robert Maxwell. Il 14 luglio si è dichiarata non colpevole davanti al giudice ed è ora in carcere in attesa di processo.

Altre Notizie