Martedì, 04 Agosto, 2020

Petronas, Razali: "Jerez ci ha tolto i dubbi su Rossi"

MotoGP Andalusia Valentino Rossi teme il caldo MotoGP Andalusia Valentino Rossi teme il caldo
Cacciopini Corbiniano | 31 Luglio, 2020, 02:08

Il centauro di Cervera ha cercato in tutti i modi di essere presente alla seconda gara, tentando un recupero incredibile per il secondo round in Andalusia, ma non è riuscito a prendere parte al weekend dopo l'intervento all'arto destro che ha visto l'inserimento di 12 viti e di una placca per fissare l'omero fratturato.

"Sono molto felice, perché arrivavamo da un periodo difficile". Tutti però mi ripetevano che si sarebbe ripreso e lo ha fatto. Non è con gare come questa che si porta a casa il Mondiale. In un primo momento ho pensato che non avrebbe più potuto lottare per il titolo, ma ora penso che avrà ancora opzioni e soprattutto si dovrà vedere come la Yamaha gestirà il potenziale problema sui motori (due ritiri, Rossi a Jerez 1 e Morbidelli a Jerez 2, ndr). Dopo il GP di Assen me lo hanno fatto notare e mi hanno detto: 'Quartararo chi?

Chioserei il tutto con un cenno storico che vide una scuderia arrogarsi tutti i meriti dei propri risultati, salvo poi essere sconfitta al cambio di sella del proprio ex "cavaliere"... volete aiutarmi voi a ricordare il nome dei protagonisti?!? Il secondo successo consecutivo, in un mondiale "ristretto" e con il rivale più accreditato a quota zero, non può che fungere da ulteriore stimolo per il giovane ventunenne del team Petronas. Voglio che chi corre con noi, chiunque sia, faccia bene.

"Vogliamo continuare con questa filosofia, e con Valentino vogliamo essere sicuri di poterlo aiutare". Mi fermo a poco più della sufficienza perché lo spagnolo è stato sicuramente mosso da ambizione, passione e determinazione, ma ammettiamolo anche da esigenze di classifica impellenti. "E dopo aver parlato con lui e lo staff, abbiamo un'idea più precisa di cosa gli serva".

"Qualunque cosa accada, se non sarà Marc a vincere il campionato, non credo che chi lo vincerà sarà completamente soddisfatto, o comunque non dovrebbe esserlo, sapendo che il pilota numero uno era assente" ha detto Puig. È italiano, spagnolo? ' Ho chiesto.

Altre Notizie