Mercoledì, 20 Gennaio, 2021

E’ morto a Pettenasco l’attore Gianrico Tedeschi: aveva 100 anni

Si è spento in serata nella casa di Crabbia a Pettenasco il maestro Gianrico Tedeschi. Il 20 aprile scorso aveva festeggiato 100 anni ricevendo gli auguri del Presidente Mattarella. Lascia la moglie Marianella Laszlo e le figlie Enrica e Sveva Gianrico Tedeschi con la moglie Marianella a Pettenasco
Deangelis Cassiopea | 28 Luglio, 2020, 12:10

Stanotte, nella sua casa di Pettenasco a Novara, è morto Gianrico Tedeschi all'età di 100 anni. Milanese di nascita, da vent'anni si era trasferito a Pettenasco, in provincia di Novara, con la moglie Marianella Laszlo: stregato dal lago d'Orta, quella scelta, presa inizialmente per stare vicino al fratello, era diventata definitiva. Ad aprile scorso aveva festeggiato i 100 anni, ricevendo anche un messaggo di auguri da Mattarella, e festeggiato da autorità ed esponenti del mondo dello spettacolo. La notizia si è diffusa solo nella tarda serata di ieri sul sito buongiornonovara.com che ha riferito come l'attore si sia "spento serenamente".

Nato a Milano nel 1920, Tedeschi interrompe il Magistero presso la Cattolica per partire nella campagna di Grecia come ufficiale. In gioventù era stato internato nei campi di concentramento di Beniaminovo, Sandbostel e Wietzendorf, dove aveva conosciuto Giovannino Guareschi.

Nel 2000 rinnovò il suo successo teatrale interpretando la malinconica pièce Le ultime lune di Furio Bordon, che portò in scena per dieci stagioni (fino al 2010).

Nel 1947, mentre si diplomava all'Accademia nazionale d'arte drammatica di Roma, ebbe anche il suo debutto teatrale sotto la guida di Giorgio Strehler.

Protagonista assiduo della trasmissione pubblicitaria Carosello, al quale prestò più volte il suo volto buffo e arguto, Tedeschi è ricordato soprattutto come testimonial delle caramelle Sperlari, in scenette trasmesse dal 1974.

Nella stagione 1972-73 partecipò anche alla trasmissione radiofonica Gran varietà, condotta da Raffaella Carrà. Con Strehler è stato Pantalone in Arlecchino servitore di due padroni e Peachum nell'Opera da tre soldi, poi La locandiera e Tre sorelle con Visconti, i lavori di Testori con Ruth Shammah, il Bernhard del Riformatore del mondo regia di Maccarinelli. Per questa interpretazione vince il Premio Ubu come migliore attore.

Altre Notizie