Domenica, 20 Settembre, 2020

Carlotta Martellini muore in un tragico incidente a Mykonos

Mykonos Mykonos
Evangelisti Maggiorino | 28 Luglio, 2020, 02:40

La ragazza era in vacanza con gli amici.

Le indagini sulla morte di Carlotta Martellini, la 18enne perugina vittima di un incidente stradale avvenuto a Mykonos venerdì 24 luglio, hanno fatto emergere delle irregolarità nel servizio di noleggio auto.

Per Carlotta, che si trovava seduta sul sedile di dietro, non c'è stato nulla da fare. Dopo essere stata trasferita al centro sanitario di Mykonos è stata dichiarata morta. Viaggiavano in due gruppi di quattro e quattro su due diverse auto.

Solo una di loro, sembra fosse alla guida di una delle due auto, ha riportato un trauma cranico e le sono stati applicati una quindicina di punti di sutura.

Le otto ragazze stavano tornando a casa dopo aver trascorso la serata in un locale, il Tropicana. Carlotta aveva compiuto 18 anni non più tardi di due settimane fa.

La stradina che costeggia la costa, come si vede in un video girato dopo l'incidente e pubblicato dal Messaggero, non ha barriere di protezione. Al Liceo linguistico Giordano Bruno, la scuola frequentata da Carlotta. Per tanto, durante il soggiorno, la ragazza ha avuto un grave incidente stradale in cui è morta. E a Carlotta è andata peggio che alle altre: è infatti letteralmente volata fuori dall'abitacolo e l'impatto con le rocce è stato fatale. Anche gli altri genitori sono stati immediatamente avvertiti e tutti si sono adoperati per andare nell'sola dell'Egeo anche se le restrizioni a causa dell'emergenza Covid hanno creato qualche problema. Secondo le normative locali, per le auto a noleggio ci sono limiti di "anzianità" e il numero di targa dei mezzi, apparentemente datati, ha innescato accertamenti sulla data immatricolazione.Verrà esaminato anche l'ultimo video che di quell'ultimo giorno di vacanza, Carlotta aveva postato sul proprio profilo Instagram. Stava percorrendo una strada provinciale. Le autorità locali stanno anche cercando di verificare perché una comitiva di ragazze di età compresa tra 18 e 19 anni, e quindi tutte neopatentate, avessero noleggiato delle auto che dovrebbero essere riservate a conducenti un po' più esperti. Come riportato da Il Mattino, la Farnesina ha avvertito i genitori che hanno ricevuto la triste notizia, Sconvolta l'intera comunità perugina.

Settimana che purtroppo è finita nel peggiore dei modi. Con ragazze che hanno visto morire una di loro di ritorno da una delle nottate più belle della loro vita. Di quelle che pensi di averne una vita intera davanti.

Altre Notizie