Domenica, 20 Settembre, 2020

Andrea Bocelli ha partecipato a un convegno di negazionisti del Covid

Bocelli Umiliato dal divieto di uscire da casa ho disobbedito- Video Bocelli al convegno sul Covid: «Umiliato e offeso dal lockdown, l’ho violato»
Deangelis Cassiopea | 28 Luglio, 2020, 01:56

Sono davvero tante le persone che stentano a credere a quelle che sono state oggi le parole di Andrea Bocelli, in Senato, durante un convegno organizzato da Vittorio Sgarbi al quale ha partecipato anche Matteo Salvini, seduto proprio vicino al grande artista. Bocelli ha poi aggiunto: "Quando siamo entrati in pieno lockdown ho cercato d'immedesimarmi in chi doveva prendere decisioni così delicate. C' stato un momento in cui mi sono sentito umiliato e offeso per la privazione della libert di uscire di casa senza aver commesso un crimine e devo confessare pubblicamente di aver disobbedito a questo divieto che non mi sembrava giusto e salutare".

Ma sono decine e decine i commenti della gente comune che non ha affatto apprezzato le parole di oggi di Andrea Bocelli. Ho una certa età e ho bisogno di sole e di vitamina D. "Man mano che il tempo passava, non ho mai conosciuto nessuno che fosse andato in terapia intensiva".

"Quindi rivolgo un appello per dire che bisogna riaprire le scuole e riprendere i libri", ha concluso. Io ho una figlia di 8 anni e non posso pensare che questi ragazzi debbano ritrovarsi a scuola divisi da un pezzo di plexiglass e nascosti da una mascherina. "Dialoghiamo, parliamo. Ho disturbato tutti e chiamato Renzi, Salvini, Berlusconi cercando di creare un fronte trasversale".

I primi confronti li ho avuti in casa: "in casa sono stato fustigato, perché quando ho iniziato ad esprimere qualche dubbio sulla gravità di questa cosiddetta pandemia, i primi ad attaccarmi sono stati i figli che mi hanno detto 'Babbo te pensa alla Tosca e alla Butterfly, lascia stare i virus che non sai cosa sono'". L'hashtag #Bocelli domina da ore le tendenze di Twitter, calamitando una valanga di messaggi che stigmaizzano le riflessioni del cantante.

Bocelli a Pasqua cantò anche in onore di tutte le vittime del covid in un Duomo deserto.

Altre Notizie