Lunedi, 19 Ottobre, 2020

Zangrillo a In Onda: "In Lombardia non succede nulla. Costruite le favole"

Covid Zangrillo sbotta Dico quello che vedo ne ho le palle piene Zangrillo sbotta in tv contro Parenzo: «Ne ho le palle piene, dico quello che penso»...
Deangelis Cassiopea | 24 Luglio, 2020, 14:59

Zangrillo perde la pazienza a Focus in Onda su La7.

"L'Istituto Scientifico San Raffaele produce evidenze e non 'verità', con i numerosi lavori su Sars Covid-2 già pubblicati su top-journals, quali The Lancet, Jama etc. L'analisi della mortalità è stata da noi pubblicata già il 25 giugno ed è in linea con quanto da me comunicato da tempo" ha spiegato Alberto Zangrillo, ammettendo che fuori dall'Italia ci sono Paesi che registrano ancora dati preoccupanti.

Un intervento molto acceso quello di Andrea Zangrillo, primario dell'ospedale San Raffaele di Milano. Alberto Zangrillo, interpellato dall'Adnkronos Salute, chiude le porte a ogni eventuale futuro invito a entrare nel Comitato tecnico scientifico su Covid-19. Il professore si dice "addolorato" quando osserva "un tassista che attende invano un cliente" e si chiede "cosa vivrà la cameriera dell'albergo chiuso da mesi": "Per me questa non è politica, ma umanità". Fin da inizio emergenza Zangrillo ha cercato sempre di raccontare quello che vedeva in ospedale e ha aggiunto che inizia ad averne "le palle piene". Quello che accade è piuttosto evidente: "se oggi in Lombardia viene dichiarato un morto per Covid, significa che non sta succedendo nulla". "In questo momento agli italiani va detta la verità, non raccontando la solita palla della mascherina o dello stiamo attenti, altrimenti la società civile muore". "Questa è la realtà italiana oggi - ha concluso il medico -, poi possiamo costruire tutte le favole che volete".

Altre Notizie