Giovedi, 01 Ottobre, 2020

Coronavirus, superata quota 50mila contagi sul lavoro: chi sono i più esposti

Coronavirus, record globale di nuovi contagi in 24 ore Lombardia, gli infermieri la categoria più colpita dai contagi sul lavoro: il report dell’Inail
Machelli Zaccheo | 21 Luglio, 2020, 13:08

Coronavirus e contagi sul lavoro: com'è la situazione oggi in Italia? Lo rileva l'Inail nel sesto report nazionale integrato dall'analisi aggiornata delle infezioni di origine professionale a livello territoriale, aggiungendo che sono 965 le denunce in più rispetto al monitoraggio precedente del 15 giugno 2020. Qui, sono 22 i deceduti, mentre nel Bresciano sono 20 e nel Cremonese 16. Dopo la Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto registrano i contagi più alti: +42 nuovi casi in entrambe le regioni. Il totale dei decessi sale a 35.058. Non succedeva dallo scorso febbraio, ossia da prima dell'intensificarsi dei contagi e dei decessi. Gli attualmente positivi sono 12.404, 36 in meno rispetto a ieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video. Più nel dettaglio delle professioni, il 43,2% dei contagi ha riguardato i tecnici della salute (quasi tutti infermieri), il 17% i medici, l'8,5% gli operatori socio-sanitari, il 5,7% impiegati addetti alla segreteria e agli affari generali, il 4,5% operatori socio-assistenziali, il 2,8% ausiliari sanitari o portantini, l'1,7% artigiani o operai specializzati, l'1,7% addetti alle vendite nel commercio, il 14,9% altre professioni. Sebbene non esistano regole assolute, il governatore catalano intima i propri cittadini a non uscire di casa se non strettamente necessario, mentre nella Comunità Valenciana sono ritornate obbligatorie le mascherine anche all'aperto e sospese le attività notturne nella località di Gandia, fintantoché i casi di coronavirus non cominceranno a scendere.

Altre Notizie