Giovedi, 01 Ottobre, 2020

Padova, si risveglia dal coma e parla con l'accento slavo

Italiano si risveglia dopo ictus e ha un accento slavo. È la Sindrome da accento straniero un caso rarissimo Si risveglia dopo ictus e parla con accento slavo: è il primo caso in Italia
Machelli Zaccheo | 19 Luglio, 2020, 07:57

Guarisce dall'ictus e parla slavo.

"A differenza di tutta la casistica riportata in letteratura negli ultimi 220 anni il paziente italiano con lesione emisferica destra e sindrome da accento straniero al risveglio è stato approfonditamente studiato per tre anni attraverso un'analisi longitudinale complessa", precisano Konstantinos Priftis e Lorella Algeri, entrambi ricercatori dello studio.

La vicenda riguarda un cinquantenne italiano che dopo un ictus è in coma prima di riaprire gli occhi.

A Padova un uomo di 50 anni si è risvegliato dal coma dopo aver avuto un ictus, ma si è ritrovato a parlare con accento slavo. Il paziente, assolutamente guarito dal punto di vista clinico, ha acquisito al risveglio un accento e cadenza di origine slava sebbene non abbia mai soggiornato in Paesi con caratteristiche fonetiche tali. "La particolarità del caso è dovuta al fatto che l'area corticale posta nel lobo frontale di sinistra sia quella cruciale per la produzione del linguaggio, mentre il signore è stato colpito nella metà di destra". Così sono state studiate eventuali lesioni del cervelletto per verificare se ci fosse stato un metabolismo ridotto al cervelletto sinistro.

Su 115 casi di "Sindrome da accento straniero" descritti in tutta la letteratura scientifica, dal 1800 ad oggi, solo 3 pazienti colpiti da ictus all'emisfero cerebrale destro hanno sviluppato questa rara sindrome. È il primo caso in Italia della "Sindrome da accento straniero" e il terzo caso al mondo correlato a un ictus all'emisfero cerebrale destro, studiato nel dettaglio dal team guidato da Konstantinos Priftis, del dipartimento di Psicologia Generale dell'Università di Padova.

La registrazione della pronuncia del paziente è stata fatta ascoltare a un gruppo di studenti, amici e familiari del paziente ed è stata identificata come slava da gran parte degli ascoltatori.

La sindrome da accento straniero ha colpito un uomo bergamasco.

Le conclusioni dello studio sono che il caso italiano sia imputabile a un caso accertato per la prima volta di calo del metabolismo al cervelletto sinistro e che possa essere causata da una rarissima mutazione genetica. Ma soprattutto è la rivincita della parte destra del cervello e apre nuove frontiere di studio.

Altre Notizie