Giovedi, 21 Gennaio, 2021

A maggio rimbalza la produzione industriale, ma su base annua -20,3%

Industria rimbalza a maggio a +42%,ma ancora sotto pre-Covid Istat, a maggio rimbalza la produzione industriale su aprile: ma da inizio anno è crollata del 20%
Esposti Saturniano | 13 Luglio, 2020, 12:42

Insomma, niente di cui essere particolarmente fecili, anche perché, come ribadisce Rienzi, questi sono "numeri che attestano gli effetti pesantissimi del Covid sull'economia italiana, e che richiederanno anni per tornare ai livelli pre-coronavirus, specie se il Governo non saprà mettere in campo misure concrete a sostegno di consumi, imprese e industria".

Exploit della produzione industriale a maggio. Nella media del periodo marzo-maggio, però, il livello della produzione cala del 29,9% rispetto ai tre mesi precedenti. Forti flessioni tendenziali caratterizzano tutti i principali comparti; il calo è meno pronunciato solo per l'energia (-7,2%), mentre risulta più rilevante per i beni strumentali (-22,8%), intermedi (-22,4%) e di consumo (-18,7%). Il livello della produzione, peraltro, risente ancora della situazione generata dall'epidemia di Covid-19: l'indice generale, al netto della stagionalità, presenta una flessione del 20% rispetto al mese di gennaio, ultimo periodo precedente l'emergenza sanitaria. Complessivamente è stata registrata una diminuzione tendenziale in tutti i settori, in particolare nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-37,3%), abbigliamento, pelli e accessori (-34,1%) e articoli di gomma e materie plastiche (-24,8%). Dall'altra parte della classifica, l'unico settore in territorio positivo e' la Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, +0,2% su febbraio, al secondo posto i Prodotti farmaceutici (-3,6% su febbraio) e l'Industria alimentare (-5,1% su febbraio). "L'aumento della produzione a maggio è un dato atteso e fisiologico, che non sorprende e non deve dare adito a facili entusiasmi, del tutto ingiustificati in questo momento di grave difficoltà per il Paese" afferma il Codacons. C'è naturalmente molto da recuperare, visto che rispetto a maggio 2019 la produzione. Lo ha dichiarato il ministro dell'Economia e delle finanze, Roberto Gualtieri, in merito ai dati diffusi oggi dall'Istat sulla produzione industriale di maggio, che ha fatto segnare un rialzo del 42,1% rispetto ad aprile.

Altre Notizie