Lunedi, 10 Agosto, 2020

In Lombardia si può tornare a praticare gli sport di contatto

Dall'11 luglio in Lombardia via libera agli sport di contatto Coronavirus Lombardia: via libera a sport di squadra e di contatto
Cacciopini Corbiniano | 11 Luglio, 2020, 18:35

"Via libera, da domani sabato 11 luglio, alla pratica dello sport di contatto, di squadra e individuale".

In Lombardia si torna a ballare (all'aperto).

Da oggi in Lombardia, in base all'ordinanza regionale dello scorso 29 giugno, è prevista la riapertura di discoteche e delle sale da ballo.

- L'accesso alla sede dell'attività sportiva (sede dell'allenamento o della gara) potrà avvenire solo in assenza di segni/sintomi (es. febbre, tosse, difficoltà respiratoria, alterazione di gusto e olfatto) per un periodo precedente l'attività pari almeno a 3 giorni.

All'accesso delle strutture, però, bisognerà rilevare la temperatura corporea che non dovrà essere superiore ai 37.5.

- Il registro dei presenti nella sede dell'attività di allenamento o della competizione sportiva (es. atleti, staff tecnico, dirigenti sportivi, massaggiatori, fisioterapisti, etc) dovrà essere mantenuto per almeno 14 giorni.

Gli impianti sportivi, secondo le linee guida del governo, condivise dalla Conferenza delle regioni, dovranno garantire una "corretta prassi igienica individuale (ad esempio, frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti e la non condivisione di borracce, bottiglie, bicchieri)" oltre a una "regolare e frequente pulizia e disinfezione di aree comuni, spogliatoi, docce, servizi igienici, attrezzature e macchine utilizzate per l'esercizio fisico".

La Regione, in un comunicato sottolinea, inoltre, che per ogni disciplina sportiva si rimanda anche agli indirizzi approvati dalle singole Federazioni sportive "La misura - specifica l'ordinanza - potrà essere rimodulata in funzione dell'evoluzione dello scenario epidemiologico". In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d'aria naturale e/o attraverso l'impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell'aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l'estrattore d'aria.

Altre Notizie