Giovedi, 26 Novembre, 2020

Sparatoria nella "Chop zone" di Seattle: un ragazzo morto, un altro gravissimo

Seattle ancora una sparatoria morto un 16enne Nuova sparatoria a Seattle, colpiti due teenager: morto un 16enne, grave l’amico 14enne
Evangelisti Maggiorino | 01 Luglio, 2020, 13:39

Un ragazzo di 16 anni è stato ucciso e un altro è ricoverato in terapia intensiva dopo una sparatoria nella 'Chop zone' di Seattle la zona vicino al Congresso occupata dai manifestanti che protestano per la morte di George Floyd. La notizia è stata riportata dalla Bbc. Secondo una prima ricostruzione, la sparatoria è avvenuta vicino a a una delle barriere che circondano la zona autogestita: una Jeep Cherokee bianca era ferma in quel punto quando, secondo alcuni testimoni, sono partiti i colpi in direzione dell'auto; due degli occupanti della vettura sono rimasti colpiti. In una strada, i manifestanti hanno creato un enorme murale che riporta il nome del movimento, 'Black Lives Matter'.

Purtroppo non è affatto il primo episodio del genere nella zona, inizialmente sede di centinaia di manifestanti pacifici ma che ben presto si è trasformata in luogo di violenze. Secondo i media locali la zona è pacifica e tranquilla di giorno, con volontari che distribuiscono cibo gratuitamente ma di notte è presa di persone armate che controllano le strade.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre Notizie