Martedì, 14 Luglio, 2020

Papa Francesco: "I bambini non devono soffrire né fame né guerre"

Papa Francesco il volontariato è una delle cose più grandi della società italiana Santi Pietro e Paolo, il Papa: "A Roma ogni persona possa vivere con dignità"
Evangelisti Maggiorino | 29 Giugno, 2020, 20:22

Roma, 28 giu. (askanews) - "Il volontariato una delle cose pi grandi che ha la societ italiana", lo ha detto Papa Francesco prima dell'Angelus, ricordando il lavoro fatto dai volontari durante la pandemia di coronavirus e quanti hanno perso la vita.

Nel commentare le letture del giorno, il Papa fa notare come Dio "concesse tante grazie" a San Pietro, "lo liberò dal male": E "fa così anche con noi. Ma Dio vede più lontano e ci invita ad andare oltre, a cercare non solo i suoi doni, ma a cercare Lui, che è il Signore di tutti i doni; ad affidargli non solo i problemi, ma ad affidargli la vita". E dunque il pontefice manda "spiritualmente un abbraccio al caro fratello il patriarca Bartolomeo, nella speranza che possano riprendere al più presto le nostre reciproche visite". Sì, donare la vita.

"Non serve - ha sottolineato il Papa - agitarsi per preservare la propria vita, con un atteggiamento timoroso ed egoistico". E questo vale per tutti: per i genitori verso i figli e per i figli verso i genitori anziani; per chi è sposato e per chi è consacrato. "Ce lo ricorda Gesù 'Chi accoglie voi accoglie me, chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli [à] non perderà la sua ricompensa'". Si chiede allora il Pontefice: "Noi oggi custodiamo la nostra unità con la preghiera? E come costruisco la vita, sulle mie capacità o sul Dio vivente?'".

"Celebrando la solennità di San Pietro e San Paolo vorrei ricordare tanti martiri che sono stati decapitati, bruciati vivi e uccisi al tempo dell'imperatore Nerone, proprio su questa terra nella quale vi trovate ora, domani celebreremo la loro commemorazione", conclude a braccio Francesco.

Altre Notizie