Martedì, 14 Luglio, 2020

Atalanta, Gasperini non si sbilancia: "4° posto? Mancano ancora troppe partite"

Getty Images Getty Images
Cacciopini Corbiniano | 29 Giugno, 2020, 06:41

"Giocando ogni tre giorni dovremo essere capaci di non esaltarci nei momenti positivi come di non abbatterci in quelli negativi", dice al canale YouTube del club l'allenatore, che invita a non trascurare l'Udinese, "squadra migliore di quanto non dica la classifica". Gotti sceglie di affiancare Teodorczyk a Lasagna, mentre Gasperini effettua alcuni cambi rispetto al match vinto contro la Lazio: al centro della difesa c'è Caldara con Toloi a destra e Djimsiti a sinistra, a centrocampo si rivede Pasalic, mentre in avanti c'è Malinovski alle spalle del duo Gomez-Zapata. Scatenati i due attaccanti colombiani, con Zapata che sblocca il risultato e sale a 14 gol in stagione.

Getty Images
Getty Images

L'Udinese fa fatica a riorganizzarsi, soprattutto perché le due punte fanno fatica a trovarsi e quindi ad aprire spazi per la manovra della squadra e cosi gli uomini di Gotti si affidano al lancio lungo ed è una scelta che premia, innescando la velocità di Lasagna. Nell'Atalanta ancora Zapata in attacco con dietro Malinovskyi e Gomez. Lancio preciso sul giocatore, che senza esitare la mette dentro. Una cosa simile che si vede anche dall'altra parte, con Lasagna che manda alto un pallonetto. Mandragora? Me lo sono sognato questa notte il gol perché Rolando è un ragazzo a cui voglio molto bene e sono contento di aver segnato per lui. Nella ripresa, con l'ingresso di Muriel per un comunque positivo Malinovsky, i bergamaschi vanno sul doppio vantaggio. "Replica immediata dei nerazzurri, appena 60" più tardi un tiro dal limite di Malinovskyi impegna Musso, quest'ultimo superlativo nel respingere anche la successiva conclusone di Gomez su assist di Zapata. ll colombiano qualche istante dopo porta in vantaggio l'Atalanta, si invertono le parti con Gomez in versione assistman, controllo perfetto e tiro angolato del centravanti nerazzurro che non lascia scampo al portiere. Accorcia sempre Lasagna di testa nel finale, ma non basta. Mancano troppe partite, abbiamo un bel vantaggio. L'Atalanta vola e ipoteca la qualificazione in Champions, allontanando la Roma sconfitta a Milano. In totale sono 80 i gol segnati in campionato e restano ancora dieci giornate al termine: con questa marcia non è utopia pensare di poter arrivare a quota 100.

Altre Notizie