Sabato, 08 Agosto, 2020

Treni a idrogeno in Italia, accordo tra Snam e Alstom

Treni a idrogeno in Italia, accordo tra Snam e Alstom Treni a idrogeno in Italia, accordo tra Snam e Alstom
Esposti Saturniano | 07 Giugno, 2020, 18:21

Tale accordo prevede una suddivisione dei compiti: Alstom si concentrerà sulla costruzione dei convogli, mentre Snam sulla realizzazione delle infrastrutture d'approvvigionamento.

L'accordo - si legge nella nota - mira a sviluppare, già all'inizio del 2021, progetti di mobilità ferroviaria che includano sia treni a idrogeno e le relative infrastrutture tecnologiche, sia la gestione e la manutenzione Servizi.

Una collaborazione, quella tra Alstom e Snam, che non giunge a caso.

Nel commentare la partnership Marco Alverà, CEO di Snam, ha parlato di passo "contributo importante alla decarbonizzazione dei trasporti e allo sviluppo dell'economia dell'idrogeno in Italia".

"L'idrogeno prodotto da rinnovabili - ha spiegato - diventerà competitivo con le fonti fossili nel giro di pochi anni e avrà un ruolo centrale nella transizione energetica, in particolare nell'industria, nel riscaldamento e nel trasporto pesante". "Sarà un pilastro del New Deal verde europeo e degli investimenti post Covid". La prima ha avviato in Germania il Coradia iLint, il primo treno a celle a combustibile al mondo, già in servizio da un anno e mezzo su una tratta regionale, mentre Snam è stata tra le prime aziende al mondo a sperimentare l'iniezione di idrogeno al 10% nella rete di trasporto del gas naturale.

L'azienda produttrice di treni Alstom e la compagnia fornitrice di energia Snam hanno dato vita ad un piano quinquennale per lo sviluppo di treni a idrogeno destinati all'Italia. Dopo aver ricordato che "Coradia iLint, il primo treno alimentato a idrogeno, è già in servizio passeggeri tra le città di Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervorde e Buxtehudehe in Germania", Viale si è augurato che "il treno a idrogeno diventi presto una realtà anche in Italia".

Altre Notizie