Sabato, 08 Agosto, 2020

Brusaferro: 'Dati fanno prevedere seconda ondata Covid' - Sanità

Il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro Il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 29 Mag, 2020, 18:19

Da qui una riflessione dello stesso presidente dell'Istituto superiore di sanità sulle prossime riaperture dei confini anche nazionali ai Paesi europei: "Le riaperture?"

Il presidente Brusaferro: si andrà incontro a nuovi contagi. Dopo poche parole Silvio Brusaferro è stato interrotto tra l'imbarazzo generale: il presidente dell'Istituto superiore di sanità aveva iniziato il suo intervento senza indossare la mascherina, che però all'interno della Camera dei deputati è obbligatoria. Tale attenzione riguarda soprattutto l'identificazione e l'isolamento precoce dei casi attraverso "sistemi di monitoraggio e capacità di risposta sanitaria ad eventuali focolai". Questo poiché verranno ristabilizzati gli spostamenti tra regioni e la mobilità internazionale. "Questa situazione richiederà una capacità ancora più attenta di monitorare e rispondere a focolai".

"Nell'ottica di tracciare precocemente i contatti l'app Immuni certamente è importante ma non è la soluzione magica", ha aggiunto Brusaferro, spiegando che dovrà "rimanere comunque la figura del professionista che deve dialogare con il paziente". "Per gli scenari che immaginiamo, in autunno, una patologia come il Coronavirus, che è trasmessa da droplet - le goccioline che si propagano con la respirazione, ndr -, si può maggiormente diffondere e si può confondere con altre sintomatologie di tipo respiratorio" e "la famosa ipotesi della seconda ondata è collegata a questo, che, dal punto di vista tecnico scientifico è un dato obiettivo". "In autunno, si diffondono le infezioni respiratorie, meno ore di sole e attività all'aperto e più la circolazione aumenta".

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Altre Notizie