Sabato, 08 Agosto, 2020

Esercito Cina a Hong Kong approva legge

Arresti di dimostranti a Honk Kong Esercito Cina a Hong Kong approva legge
Evangelisti Maggiorino | 29 Mag, 2020, 10:54

Sono 180 le persone arrestate a Hong Kong in una nuova giornata di proteste e tensioni.

Gli agenti, per disperdere gli attivisti in movimento verso il Parlamento, hanno sparato cartucce urticanti. Le proteste sono iniziate all'inizio del 2020 e i manifestanti con la mascherina hanno riempito le piazze sotto lo slogan "l'indipendenza è l'unica via d'uscita". In strada, ha riportato la Bbc, ci sono i reparti antisommossa e barriere di plastica riempite di acqua. Non è tardato il commento della Casa Bianca, da parte del consigliere per la sicurezza nazionale, Robert O'Brien, che ha avvertito di "possibili sanzioni" in caso dell'approvazione della norma da parte del governo cinese.

Agenpress - La leader di Hong Kong, Carrie Lam, rassicura i suoi concittadini sulla legge sulla sicurezza nazionale nell'ex colonia britannica che Pechino sta valutando di varare, che non andrà a intaccare i diritti e le libertà dei residenti.

L'appello alla mobilitazione ha finora visto l'adesione di alcune migliaia di persone, niente a confronto dei fiumi di dimostranti del 2019: forse il monito di Pechino ha già avuto l'effetto intimidatorio voluto, o forse quello di questi giorni è stato solo un riscaldamento dopo una lunga pausa anti-epidemia.

Roma. Non possiamo più considerare Hong Kong una regione che gode di ampia autonomia dalla Cina.

Le manifestazioni pro-democrazia sono riprese alla fine della scorsa settimana nel territorio semiautonomo, in occasione della bozza di legge sulla sicurezza nazionale che mira a bloccare attività secessioniste, sovversive e terroristiche. Zhao ha sottolineato che la legge è "affare puramente interno della Cina".

Altre Notizie