Sabato, 08 Agosto, 2020

Lopalco: "Dati incoraggianti per un vaccino Covid-19"

Il prof. Lopalco- Fonte Facebook Il prof. Lopalco- Fonte Facebook
Machelli Zaccheo | 29 Mag, 2020, 08:36

Il 22 maggio, ora locale, The Lancet, rivista accademica medica di importanza globale, ha pubblicato la tesi di 21 scienziati cinesi sui risultati della prima fase di sperimentazione di un vaccino contro il COVID-19, con la conclusione che il primo nuovo vaccino ricombinante del mondo di adenovirus tipo 5, studiato dal team cinese, ha superato il test di sicurezza e può indurre una risposta immunitaria nel corpo umano.

I risultati pubblicati "rappresentano un'importante pietra miliare". "Lo studio mostra che una singola dose del nuovo vaccino [Ad5-nCoV] produce anticorpi specifici per virus e cellule T in 14 giorni, rendendolo un potenziale candidato per ulteriori ricerche", ha precisato Chen. Lo studio aperto su 108 adulti sani ha offerto risultati promettenti dopo 28 giorni.

Lo studio, condotto dalle università cinesi, ha reclutato 108 pazienti di età compresa tra 18 e 60 anni e li ha suddivisi in tre gruppi ai quali sono stati somministrati rispettivamente dosi basse, medie e alte del vaccino. Tuttavia, lo scienziato ha chiesto di interpretare questi risultati "con cautela". Entro 2 settimane dalla vaccinazione, tutte le dosi del vaccino hanno innescato un certo livello di risposta immunitaria, e alcuni partecipanti presentavano anticorpi neutralizzanti contro Sars-CoV-2.

Notizie positive sulla possibile scoperta di un vaccino contro il Covid-19.

Gli stessi autori osservano che i principali limiti dello studio sono le dimensioni ridotte del campione, la durata relativamente breve dello studio e la mancanza di un gruppo di controllo randomizzato, cosa che limita la capacità di evidenziare reazioni avverse più rare al vaccino o di fornire prove concrete della sua capacità di generare un reazione immunitaria.

Altre Notizie