Sabato, 08 Agosto, 2020

Twitter per prima volta smentisce Trump

Twitter per prima volta smentisce Trump Twitter per prima volta smentisce Trump
Evangelisti Maggiorino | 27 Mag, 2020, 15:28

Twitter, la piattaforma social preferita da Donald Trump, applica il 'cartellino giallo' del fact checking allo stesso presidente degli Stati Uniti, suscitandone l'immediata reazione.

Trump aveva appena evocato il rischio di frode elettorale in California.

La compagnia ha segnalato i due tweet con l'avviso di "verificare i fatti" e un link in cui si spiega che le dichiarazioni del tycoon sono prive di fondamento, secondo la Cnn, il Washington Post e altri media. Ovvero, le testate verso cui Twitter ha reindirizzato gli utenti per confutare le affermazioni del presidente. Un portavoce di Twitter ha riferito che i tweet dell'inquilino della Casa Bianca "contengono informazioni potenzialmente fuorvianti sui processi di voto e sono stati contrassegnati per fornire un contesto aggiuntivo".

La posizione di Twitter non è delle più agevoli: se l'azienda cancellasse o alterasse i tweet di Trump, verrebbe inondata da accuse di censura delle opinioni politiche o di essere di parte, mentre non facendo nulla pone i leader mondiali su un livello differente dagli altri utenti, dando loro maggiore potere diffamare e mettere a tacere gli altri, oltre che alimentare fake news.

Trump, dopo essersi accorto dell'accaduto, ha duramente accusato Twitter di "interferire con le Elezioni Presedenziali 2020". Trump parla di "soppressione della libertà di parola" e minaccia di intervenire.

Altre Notizie