Sabato, 08 Agosto, 2020

Tensioni a Bose, il Papa allontana Bianchi dalla comunità - Politica

Enzo Bianchi via da Bose la decisione di Papa Francesco Padre Enzo Bianchi a lungo priore della Comunità di Bose
Evangelisti Maggiorino | 27 Mag, 2020, 15:29

La comunità monastica di Bose aveva annunciato di avere ricevuto la visita apostolica "nel momento di un passaggio che non può non essere delicato e per certi aspetti problematico per quanto riguarda l'esercizio dell'autorità, la gestione del governo e il clima fraterno". Già la "visita apostolica" era il segno che la situazione era giunta al limite della rottura, troppe tensioni tra il nuovo governo della comunità e il suo fondatore. Si trattava insomma di consentire al nuovo priopre di guidare la comunità senza interferenze.

La notizia peraltro, filtrata da alcune ore sui social, non è ancora ufficiale. "Il rifiuto dei provvedimenti da parte di alcuni destinatari ha determinato una situazione di confusione e disagio ulteriori", conclude la Comunità di Bose che invoca "una rinnovata effusione dello Spirito su ogni cuore, perché pieghi ciò che è rigido, scaldi ciò che è gelido, raddrizzi ciò che è sviato e aiuti tutti a far prevalere la carità che non viene mai meno".

Milano, 27 mag. (askanews) - "Enzo Bianchi, Goffredo Boselli, Lino Breda e Antonella Casiraghi dovranno separarsi dalla Comunità Monastica di Bose e trasferirsi in altro luogo, decadendo da tutti gli incarichi attualmente detenuti".

La decisione è stata presa dal Vaticano a seguito di un'ispezione che tre inviati del Papa hanno effettuato lo scorso dicembre. Nelle diocesi, quando un vescovo va in pensione si fa da parte.

Enzo Bianchi deve lasciare la comunità monastica di Bose, da lui fondata 55 anni fa. Una decisione difficile, considerato che Papa Francesco ha grande stima di Bianchi. Oggi è composta da circa novanta membri, tra fratelli e sorelle, di sei nazionalità differenti, quasi tutti laici.

Altre Notizie