Venerdì, 07 Agosto, 2020

Coronavirus, al via le chiamate della Croce Rossa per test sierologici

Coronavirus, al via le chiamate della Croce Rossa per test sierologici Coronavirus, al via le chiamate della Croce Rossa per test sierologici
Machelli Zaccheo | 25 Mag, 2020, 19:36

"Da domani prenderà il via in Friuli Venezia Giulia l'indagine di sieroprevalenza per il Covid-19 che permetterà di capire quante persone hanno sviluppato gli anticorpi al coronavirus, quindi sono entrati in contatto con la malattia, anche se non hanno alcun sintomo". Il progetto è condotto dal ministero della Salute e dall'Istat in collaborazione con le Regioni, le Province autonome e la Croce rossa.

"Con questo lavoro sarà possibile avere un quadro di riferimento della diffusione dell'infezione nel nostro territorio", hanno detto il governatore e vicegovernatore, Massimiliano Fedriga e Riccardo Riccardi.

Sono in totale 405 i cittadini di Pescara che verranno contattati dai volontari della Croce Rossa per l'indagine sierologica sul Covid-19 (Coronavirus). La stessa Asl concederà un nulla-osta sulla base della presenza e appropriatezza della documentazione trasmessa, dopo aver appurato che l'esecuzione del test sierologico, per i tamponi di diagnosi che ne derivano come attesi, non possa generare difficoltà nell'esecuzione dei tamponi obbligatori o sovrapporsi a programmi della sanità pubblica.

L'indagine coinvolgerà 150.000 persone, residenti in duemila Comuni, selezionate da Istat come campione rappresentativo dell'intera popolazione italiana.

Per aumentare l'adesione, la Regione fa sapere di aver messo a disposizione per i test ben 21 centri in tutto il Friuli Venezia Giulia.

Le persone selezionate saranno contattate al telefono dai centri regionali della Croce Rossa Italiana per fissare, in uno dei laboratori selezionati, un appuntamento per il prelievo del sangue. Il prelievo potrà essere eseguito anche a domicilio se il soggetto è fragile o vulnerabile.

Tutti i test sierologici saranno processati dal laboratorio dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina al laboratorio dell'ospedale di Monfalcone, che eseguirà le analisi e trasmetterà i risultati grazie anche al supporto di Insiel e dell'Azienda regionale di coordinamento per la salute (Arcs).

Gli operatori della Croce Rossa, su dati indicati dall'Istat, contatterà cittadini calabresi suddividendoli per luoghi, età, sesso e attività economica.

Altre Notizie