Martedì, 04 Agosto, 2020

Coronavirus: al mare nelle spiagge libere? Ecco come

Campania. Stabilimenti balneari entrata ed uscita con la mascherina Coronavirus: al mare nelle spiagge libere? Ecco come
Cacciopini Corbiniano | 23 Mag, 2020, 10:07

L'approvazione è imminente e il Comune di Ravenna ritiene opportuno anticipare i principali contenuti del documento, ricordando che le ordinanze straordinarie, sia quella regionale che quella comunale, non sostituiscono ma integrano le ordinanze balneari ordinarie, che quindi, per quanto non modificato, sono ancora vigenti.

"Dopo la pubblicazione dei protocolli con le linee guida balneari post emergenza coronavirus diversi stabilimenti si sono organizzati e sono pronti e attrezzati per garantire servizi in sicurezza già dai prossimi giorni", ha spiegato al Resto del Carlino l'assessore regionale al Turismo e Trasporti Andrea Corsini. "Cerchiamo di non farci portar via anche questo diritto verso un Patrimonio comune che sono le spiagge libere in Liguria" dicono gli amministratori del gruppo - Le spiagge libere in Liguria, e in Italia, sono un patrimonio di tutti, collocate su un litorale di oltre 320,00 Km che vanta ben 32 "bandiere blu" nella regione, nel 2020.

Circa 22mila metri quadrati di spiagge libere saranno divise in lotti da 10 metri quadrati. Il provvedimento prevede inoltre la fruizione delle spiagge libere e consente l'apertura degli stabilimenti balneari dal 23 maggio fino al prossimo 31 luglio. La regione si raccomanda ovviamente di evitare il concentramento dei bagnanti solo in alcune specifiche porzioni di spiaggia, creando così assembramenti che restano ancora vietati.

Saranno disposte idonee misure di PULIZIA delle spiagge libere, in particolare quelle in cui è consentito l'accesso di animali. Ci aspetta una grande sfida e sono sicuro che noi romagnoli saremo come sempre all'altezza della situazione. "Stiamo mettendo in campo tutta una serie di soluzioni che possono andare dall'aiuto al contributo degli stabilimenti balneari confinanti con le spiagge libere all'utilizzo di associazioni o operatori economici già presenti con concessioni", ha precisato il consigliere delegato. Aspettiamo nei nostri lidi i tanti ravennati che hanno la fortuna di avere il mare e la spiaggia a pochi chilometri da casa.

Altre Notizie