Lunedi, 25 Mag, 2020

Decreto Rilancio: bonus bici, bonus per la rottamazione, rimborso abbonamenti lockdown

Bonus bicicletta e monopattini come funziona per il rimborso ci vuole la fattura In arrivo il bonus bici, cos’è e come richiederlo
Cacciopini Corbiniano | 22 Mag, 2020, 19:41

Il bonus bici è una delle misure più concrete e anche meno complicate del Decreto Rilancio. "La risposta è sì, nonostante il nostro comune non superi i 50.000 abitanti (siamo infatti 49.405 al 31 dicembre 2019) i sestesi sono comunque compresi come beneficiari del contributo in quanto abitanti dell'area metropolitana del capoluogo di Regione".

Il bonus, che rimborserà il 60% della spesa fino ad un massimo di 500 euro, risulta essere retroattivo a partire dal 4 maggio. L'app sarà disponibile anche dal sito istituzionale del Ministero dell'ambiente entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto, quindi entro il 18 luglio 2020. Le Città metropolitane sono 14: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia.

Confermato il bonus mobilità: 60% del valore del mezzo acquistato e un tetto di 500 euro. Significa che al negoziante va chiesta una fattura, che possono avere tutti, non solo chi possiede una partita Iva. Per accedere all'applicazione è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Le modalità di erogazione del buono sono due: o un rimborso successivo all'acquisto o un buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare successivamente il bene o godere del servizio prescelto. A questi, si aggiungono anche i residenti nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti. In altre parole, chi desidera acquistare una bici o un monopattino beneficiando dello sconto dovrà indicare attraverso l'applicazione web il mezzo che intende acquistare: sarà poi la piattaforma web a generare automaticamente il buono spesa digitale.

Il buono mobilità è valido fino al 31 dicembre 202o. Cosa posso acquistare? Per l'anno 2020 il buono mobilità può essere richiesto per una sola volta e per un unico acquisto di: - biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita; - handbike nuove o usate; - veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, di cui all'articolo 33- bis del DL 162/2019, convertito con modificazioni dalla legge 8/2020 (es. monopattini, hoverboard, segway); - servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Il secondo obbiettivo, ugualmente nobile, è quello di dare una mano all'industria e al commercio italiani, ricordando il recente caso Colnago, ma analizzando la reale provenienza delle bici, di ogni fascia, il favore rischia di essere all'industria di Taiwan o peggio ancora a quella cinese.

A chi è destinato il bonus mobilità? Con il buono si potranno acquistare biciclette e monopattini, ma anche abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale.

Conclusione? Affrettatatevi, se avete in mente in ogni caso di comprare una bici nuova, visto che lo stanziamento totale è di 120 milioni di euro: non sono pochi, ma dispiacerebbe perdere il proprio bonus perché ti è passato davanti un acquirente di hoverboard o segway.

Stessa cosa vale anche per gli acquisti online, che sono ammessi in entrambe le fasi con la differenza che nella prima si può acquistare in qualunque sito, nella seconda solo in quelli aderenti. Infine, si specifica che i bonus devono essere utilizzati entro un mese dalla relativa generazione: dopo 30 giorni non saranno più validi.

Altre Notizie