Lunedi, 25 Mag, 2020

Ufficiale, il tour di Vasco Rossi rimandato al 2021

Vasco Rossi Non Stop Festival 2020 rinviato al 2021: nuove date, biglietti e rimborsi Musica, i concerti di Vasco Rossi, Tiziano Ferro e Cesare Cremonini slittano di un anno
Deangelis Cassiopea | 21 Mag, 2020, 14:11

Le città scelte saranno le stesse, ma le date cambieranno in base alle esigenze degli eventi ospitanti.

E' ufficiale: Causa Covid-19, l'appuntamento con alcuni dei più importanti concerti estivi in Italia come il Vasco Non Stop Live Festival 2020 viene "sospeso" e rinviato al 2021. Gli organizzatori hanno spiegato che "la salute e la sicurezza del nostro pubblico, degli artisti, delle crew e di tutte le persone coinvolte nell'organizzazione del festival sono le nostra priorità".

La conferma arriva con la pubblicazione dell'ultimo decreto legge del governo che vieta gli assembramenti per l'estate. Le successive date erano: il 15 giugno agli i-Days al MIND Milano Innovation District (area expo), il 19 e 20 giugno al Rock in Roma al Circo Massimo e il 26 giugno all'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola. Vasco Rossi lo ha fatto così.

La notizia, appena resa ufficiale, non ha colto di sorpresa lo Staff di Vasco che stava aspettando notizie certe per dare l'annuncio del rinvio dei concerti nei Festival che contano già 360000 prenotazioni.

Live Nation, al contempo, ha però già annunciato che il tour si terrà nel 2021 con nuove date nelle stesse città (Firenze, Milano, Roma ed Imola), negli stessi festival.

Il calendario degli eventi sarà pubblicato entro la fine di maggio, con tutte le modalità anche per la validazione del titolo per il prossimo anno o il rimborso dei ticket dei concerti rinviati. Come sottolineato dal rocker, tra l'altro già pronto a ripartire, i tagliandi già acquistati rimangono validi per i rispettivi concerti del prossimo anno. ": l'appuntamento con Vasco Non Stop Live Festival viene posticipato di 12 mesi a causa dell'emergenza Coronavirus (Covid-19)". Il nuovo calendario verrà annunciato entro il 29 maggio. Chi desiderasse, in ogni caso, avere il rimborso, avrà la facoltà di richiedere un "voucher" di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita entro il 15 giugno 2020. Per maggiori informazioni, visitare le pagine della biglietteria in cui si è acquistato. Chi desiderasse, in ogni caso, avere il rimborso, avrà la facoltà di richiedere un "voucher" di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita entro il 15 giugno 2020.

Altre Notizie