Lunedi, 25 Mag, 2020

17enne inventa sito per tracciare il virus e rifiuta milioni di dollari

Avi Schiffmann, 17enne rifiuta 8 milioni di dollari per il suo sito di tracciamento Covid-19 Covid, ragazzo inventa sito di tracciamento: rifiuta 8 mln per venderlo
Evangelisti Maggiorino | 20 Mag, 2020, 09:58

Chiedetelo ad Avi Schiffmann, un ragazzo di soli 17 anni che dalla sua cameretta a Washington ha creato un sito in cui traccia praticamente in tempo reale tutti i numeri dei contagi, dei ricoverati e dei decessi a causa del Coronavirus da tutto il mondo.

"Il mio obiettivo è quello di rendere il sito il posto migliore per informazioni sul coronavirus, con diversi metodi per ottenere dati", ha detto Schiffmann a Geekwire.

I periodi di grande crisi sono pieni di grandi opportunità per chi è in grado di riconoscerle e di sfruttarle. Quando poi l'emergenza sarà solo un lontano ricordo, ha già annunciato di voler eliminare i server e forse creare una pagina per il confronto tra COVID-19 e SARS o l'influenza spagnola. In molti si sono interessati al suo progetto, ma il giovane non ha intenzione di cedere la sua creatura. Quando i media gli hanno chiesto per quale motivo non avesse accettato, il 17enne in primo luogo ha risposto: "Non voglio approfittarne", quindi ha aggiunto: "Non me ne faccio niente di 8 milioni di dollari, non voglio diventare uno speculatore". Potreste pensare che le offerte pubblicitarie fossero troppo basse e che il ragazzo volesse giocare al rialzo, ma con 30 milioni di visite giornaliere e 700 milioni di utenti unici sul sito, le offerte giunte erano decisamente invitanti.

Molti hanno deriso Schiffman per aver rifiutato queste offerte oltraggiose, sostenendo che è o ingenuo o semplicemente stupido, mentre altri lo hanno applaudito per il rifiuto di trarre profitto dalla sofferenza degli altri. Avi, però, ha da subito rifiutato l'ingresso di pubblicità, preferendo aprire ad una sottoscrizione volontaria.

Altre Notizie