Martedì, 11 Agosto, 2020

Fiorello, oggi il catanese compie 60 anni

I 60 anni di Fiorello pioniere dell'intrattenimento crossmediale Fiorello, oggi il catanese compie 60 anni
Deangelis Cassiopea | 17 Mag, 2020, 21:52

Balla, canta, presenta, intrattiene, intervista, improvvisa, fa battute fulminanti, non scade mai nella volgarità. Non ultimo quello ottenuto lo scorso febbraio quando ha condiviso con Amadeus la fatica e il trionfo del 70esimo Festival di Sanremo dal palco dell'Ariston, sul quale probabilmente tornerà anche nel 2021 sempre a fianco dell'amico Amadeus. Ha reagito, infatti, con ironia quando si ventilava l'idea del prolungamento della quarantena per i sessantenni postando un video sui suoi profili social: "Amici, noi siamo a rischio e dobbiamo essere protetti, siamo come il panda, il colibrì dell'Himalaya..." Siamo in via di estinzione. quindi cari sessantenni, so che pensavate di essere ancora giovani e invece no, rientriamo nella categoria a rischio... mi rivolgo agli amici. Fiore ironicamente si raccomandò anche con i suoi colleghi Ligabue, Baglioni e Venditti che seguissero il suggerimento. Ma Fiorello fermo proprio non ci sa stare e sopratutto cerca costantemente di sorprendere il suo pubblico, riuscendoci come sempre. Si chiamava Nicola, era appuntato radiotelegrafista nella Guardia di Finanza italiana, "assomigliava a Clark Gable", morì all'improvviso a una festa.

Ma nella carriera di Fiorello, sopravvissuta anche ad una bocciatura di Baudo (che non lo volle a "Fantastico" nel 1986 e più avanti ammise "ho preso una toppata gigantesca"), c'è molto di più. "É per questo che Sanremo ancora oggi mi prende la gola".

Nel 1995 partecipa al Festival di Sanremo con il brano Finalmente tu (contenuto nell'album omonimo), composto da Max Pezzali e Mauro Repetto, piazzandosi al 5º posto con soli 2.000 voti di distacco dalla vincitrice Giorgia. È il vincitore annunciato, arriverà quinto. Ha recitato, spesso con camei, in sette film, compreso "Il Talento di Mr Ripley" (c'era anche il fratello Beppe) e ne ha doppiati altrettanti.

Arrivano poi alcune opportunità televisive importanti, tra cui Il nuovo cantagiro insieme a Mara Venier, ma la vera svolta avviene nel 1992, quando comincia a girare nelle piazze italiane con il suo Karaoke, che diventerà un vero e proprio fenomeno televisivo tanto da fargli vincere un Telegatto.

"La rinascita di Fiorello, come più volte ha raccontato, si deve a due incontri fondamentali: quello con Susanna Biondo, nel 1996, la donna che sposerà nel 2003 e che le darà la figlia Angelica (oltre ad Olivia, nata da una precedente unione della Biondo, e che Fiorello ha sempre considerato come una figlia) e quello con il produttore bolognese Bibi Ballandi che lo farà approdare su Rai 1 nel 2001 con il suo primo one man show 'Stasera pago io', con cui macinerà record d'ascolti, e che sarà solo il primo di una lunga serie di show". Auguri amico mio. Sessant'anni top.

Così, lontano dal prime time per qualche anno, si dedica da pioniere negli anni a seguire all'improvvisazione dell'Edicola Fiore, un format originariamente nato sul web, passato poi a radio e tv, in onda prima da un'edicola poi dal suo bar di quartiere.

Altre Notizie