Martedì, 14 Luglio, 2020

Primi effetti coronavirus, Pil Italia cala del 4,7% in I trim (Report)

Primi effetti coronavirus, Pil Italia cala del 4,7% in I trim (Report) Primi effetti coronavirus, Pil Italia cala del 4,7% in I trim (Report)
Esposti Saturniano | 03 Mag, 2020, 08:23

"La stima preliminare del Pi - spiega l'Istat - risente degli ostacoli posti dall'emergenza sanitaria in corso alla raccolta dei dati di base, che costituiscono l'input per l'elaborazione dei conti nazionali".

Rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente il Pil ha subito una contrazione rispettivamente del 3,3% e del 2,7%, dopo i +1% e +1,3% del quarter precedente. Un calo del genere non si registrava dal 1995, ovvero dall'inizio delle serie storiche: insomma, non si era mai visto.

A causa del coronavirus, il Pil italiano ha registrato una forte battuta d'arresto nel I trimestre: secondo le stime preliminari dell'Istat, il calo è del 4,7% rispetto al trimestre precedente e del 4,8% in termini tendenziali, cioè rispetto al I trimestre 2019. Si tratta della prima flessione del Pil americano dal 2014, quando era iniziata la ripresa dalla crisi economica del 2008. La variazione acquisita per il 2020 è pari a -4,9%. Le variazioni, in peggio, però ci saranno eccome, visto che il dato del primo trimestre inevitabilmente presenta un conto ancora parziale, con l'epidemia e il conseguente blocco partiti a marzo.

Sotto gli effetti del crollo della domanda interna ed estera, diminuisce il "valore aggiunto in tutte le principali componenti produttive, particolarmente accentuata per industria e terziario", prosegue Istat.

Il dato riflette gli effetti dell'emergenza coronavirus e le previsioni del successivo trimestre fanno ipotizzare un calo del pil fino al 30%. "Tali revisioni potrebbero essere di entità superiore alla norma".

Altre Notizie