Martedì, 14 Luglio, 2020

Mef amplia la platea di beneficiari rate mutui sospese

Mutui e prestiti'green, la maggior parte delle banche non li propone Mef amplia la platea di beneficiari rate mutui sospese
Esposti Saturniano | 03 Mag, 2020, 01:08

Lo prevede la Conversione in legge del cosiddetto 'Decreto Cura Italia', ovvero la legge 27/2020 voluta dal governo ed entrata in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Inizialmente il Decreto Cura Italia ha previsto la possibilità di chiedere la sospensione delle rate del finanziamento accesso con la banca per l'acquisto di casa in piena emergenza COVID-19.

"In base alla nuova normativa vengono ammessi alla sospensione mutui di importo fino a 400.000 mila euro (la soglia precedente era 250.000 euro) nonché i mutui concessi per il tramite del Fondo di garanzia per l'acquisto dei mutui prima casa, gestito da CONSAP spa" spiega una nota del Mef. Non ci sarà alcuna variazione sulle procedure di inoltro delle richieste né sugli altri requisiti già previsti.

Possono farne richiesta anche coloro che hanno in passato già beneficiato della sospensione del mutuo purché abbiano regolarmente pagato le rate nell'ultimo trimestre.

Si tratta di un contributo una tantum a fondo perduto che viene concesso in due tipologie, non cumulabili tra loro: nel primo caso ha un ammontare fisso di 500 euro destinato a un nucleo familiare riconosciuto per il pagamento del mutuo prima casa. Destinatari di questa misura, oltre ai casi previsti (perdita di lavoro, morte o grave handicap) per l'accesso al fondo Gasparrini, sono i lavoratori con sospensione o riduzione dell'orario di lavoro del 20% per più di 30 giorni, oltre che gli autonomi con un calo, dopo il 20 febbraio, del fatturato di almeno il 33% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Resta invece il tetto di massimo 250mila euro di mutuo per il quale chiedere la sospensione delle rate.

Altre Notizie