Venerdì, 14 Agosto, 2020

Infantino, presidente FIFA: "Mio cuore italiano lacerato dalla sofferenza"

Gianni Infantino Infantino, presidente FIFA: "Mio cuore italiano lacerato dalla sofferenza"
Cacciopini Corbiniano | 05 Aprile, 2020, 20:39

Due visioni contrastanti attraversano il mondo del calcio squassato dagli effetti del coronavirus. Una (con le leghe nazionali ed il presidente dell'Uefa Aleksander Ceferin in testa) vorrebbe riprendere a giocare prima possibile, paventando gli effetti economici che una sosta troppo lunga può avere sul sistema.

Gianni Infantino, presidente della FIFA, ha deciso di mandare un messaggio a tutta l'Italia impegnata nella durissima battaglia contro il Coronavirus. Che ha esortato al realismo, a guardare al presente. Poi una raccomandazione: "Dobbiamo seguire le regole che ci danno le autorità scientifiche". "Tornerà il tempo del calcio - aggiunge - e quando tornerà festeggeremo insieme l'uscita da un incubo". Un grande applauso va al mondo meraviglioso del volontariato. Sono certo che troveremo delle soluzioni per il calendario delle partite internazionali e abbiamo anche una task force che è impegnata nel lavorare su proposte volte a proteggere club e giocatori. Tutto questo deve insegnarci una lezione: il calcio che verrà dopo il virus sarà totalmente diverso, inclusivo, più sociale e solidale, legato al territorio e allo stesso tempo più globale, meno supponente e più accogliente. "Spero che saremo persone migliori, con maggiore umanità e attenzione verso i valori più sani di questo sport".

Altre Notizie