Giovedi, 09 Aprile, 2020

Alberto Angela commuove tutti gli Italiani: "grazie, state salvando delle vite"

Stanotte a Venezia con Alberto Angela. Rai, a tutti il privilegio di vivere una città unica al mondo Stanotte a Venezia, Alberto Angela questa sera su Rai1: alla scoperta di calli e campielli della città del Canal Grande
Deangelis Cassiopea | 27 Marzo, 2020, 04:56

Tra i tanti ad aver rilanciato il video siti come 'TvZap' e 'Blogo'. Abbiamo scelto di iniziare con "Stanotte a Venezia", un viaggio nella magia di questa città, alla scoperta dei suoi capolavori, della sua storia e soprattutto delle sue atmosfere incantate, di notte. In Italia ogni meraviglia del nostro patrimonio è il frutto della genialità di tutte le generazioni che ci hanno preceduto. E questi valori costituiscono oggi la nostra cultura: nel nostro modo di vivere, di pensare, di scrivere, di amare, di vestire o di mangiare ci sono almeno 3000 anni di civiltà. Ieri, prima della replica del programma, ha deciso di fare un discorso sullo sforzo condiviso che sta compiendo l'Italia nella lotta contro il coronavirus. Non dimenticate tutte quelle persone che sono state coinvolte in questo sacrificio immenso e non scordiamoci chi non c'è più. In questo, inoltre, c'è anche un passaggio, un collegamento tra il passato e il futuro. "Tutto accade grazie a voi". Toccanti parole che hanno lasciato il senso e sfiorato la sensibilità di un paese intero: Voi che siete negli ospedali, nei reparti di terapia intensiva, chi si occupa delle analisi, chi si occupa di dover pulire questi luoghi ma anche chi si occupa della loro amministrazione. E ancora chi lavora nei supermercati e in tutte quelle aziende considerate necessarie, le Forze dell'Ordine e poi tutti quelli che, proprio come lui, restano a casa per permettere la virus di fermarne la diffusione. "Anche voi che state rimanendo a casa state salvando vite".

Venezia è un palcoscenico unico, pieno di arte, amori, intrighi ma soprattutto di commerci, su cui si sono mossi personaggi come Goldoni, Vivaldi, Marco Polo, Casanova. "Non uscendo di casa impedite al virus di diffondersi e quindi salvate, anche se non lo sapete, tante vite". Certo, molti non ce l'hanno fatta. E penso al vuoto che hanno lasciato in tante famiglie e io mi stringo a loro. Mi sono chiesto come ha fatto questo piccolo paese come l'Italia a essere un faro, un esempio da seguire. Anche tutti noi che rispettiamo le regole, stiamo dando il nostro prezioso contributo per salvare vite ma nessuno, forse, ce l'aveva mai detto in maniera tanto chiara e diretta come ha saputo fare Alberto Angela.

"In questo momento di emergenza queste antiche radici sono qui con noi". (.) È come se tutte le generazioni passate fossero insieme a noi a combattere, suggerendoci il modo di combattere.

La conclusione del suo discorso è non solo di non dimenticare chi è ora in prima linea, chi non c'è più ma anche di ricordarci del nostro paese, una volta finita l'emergenza. "E quando tutto sarà finito e partirete per dei viaggi, premiate l'Italia, così sosterrete il nostro patrimonio", ha concluso Angela.

Altre Notizie