Mercoledì, 08 Aprile, 2020

Covid-19, piano Onu per i più deboli: "La minaccia è globale"

L’Onu chiede un cessate il fuoco in tutto il mondo Coronavirus Covid-19: Guterres (Onu), "chiedo un immediato cessate il fuoco globale in tutti gli angoli del mondo"
Evangelisti Maggiorino | 26 Marzo, 2020, 17:14

"È ora di fermare i conflitti armati e concentrarsi, tutti, sulla vera battaglia delle nostre vite", l'appello. Il Segretario Generale dell'ONU ricorda che nei paesi devastati dalla guerra, "i sistemi sanitari sono crollati e gli operatori sanitari, già pochi in numero, sono stati spesso presi di mira". Alle parti in guerra dico: ritirati dalle ostilità. "Il virus non si preoccupa di nazionalità, etnie, fede religione e nel frattempo i conflitti armati infuriano in tutto il mondo. E sono i più vulnerabili - donne e bambini, persone con disabilità, marginalizzati, sfollati - a pagarne il prezzo e a rischiare sofferenze e perdite devastanti a causa del Covid-19". I rifugiati e altri sfollati a cause di conflitti violenti sono doppiamente vulnerabili. "La furia del virus illustra la follia della guerra", sottolinea il segretario generale dell'Onu, chiedendo di porre fine alla malattia della guerra e combattare la malattia che sta devastando il nostro mondo. Fate tacere le armi, fermate l'artiglieria, ponete fine ai raid aerei" chiede Guterres: "Ciò è fondamentale, per aiutare a creare corridoi che consentano di salvare vite. Intanto, conflitti armati imperversano nel mondo.

Durante la conferenza stampa, James Bays di Al Jazeera ha chiesto al segretario generale la difficolta di raggiungere un cessate il fuoco globale, prendendo come esempio la Libia sempre più sotto il controllo del generale Khalifa Haftar che sta usando questo periodo per intensificare la sua campagna militare contro il governo di Tripoli riconosciuto dall'ONU. "Ora sta raggiungendo luoghi in cui le persone vivono nelle zone di guerra, non possono accedere facilmente all'acqua pulita e al sapone e non hanno alcuna speranza di un letto d'ospedale se si ammalano gravemente".

Altre Notizie