Sabato, 24 Ottobre, 2020

Curata con Tocilizumab, tornata a casa

Curata con Tocilizumab, tornata a casa Curata con Tocilizumab, tornata a casa
Machelli Zaccheo | 26 Marzo, 2020, 02:20

Si tratta di una donna di 59 anni che è stata ricoverata in gravi condizioni per una polmonite da Covid 19 a inizio mese. Le condizioni della malata sono subito migliorate e oggi ha potuto lasciare il reparto di Malattie infettive diretto Roberto Parrella del 'Cotugno'. Lo ha reso noto Vincenzo Montesarchio, infettivologo dell'ospedale Cotugno di Napoli, che ha dato il via alla cura insieme al collega Paolo Ascierto del Pascale.

E' cauto anche Vincenzo Montesarchio, direttore generale del Monaldi, benché non può negare: "Ottimi segnali vengono dagli altri pazienti trattati". Il giovane ha preso il Tocilizumab il 18 marzo e da oggi è solo in ventilazione assistita, in attesa di essere trasferito presto in normale degenza covid19. Il 13 marzo è stata trattata con il farmaco anti artrite, utilizzato nell'ambito di una sperimentazione nata dalla collaborazione tra l'Azienda ospedaliera dei Colli, alla quale fa capo il Cotugno, e l'Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli.

IL PRECEDENTE - La scorsa settimana altri due pazienti erano stati estubati. "Possiamo dire che sono centinaia attualmente i pazienti trattati con questa cura".

"Arrivano buoni risultati per tocilizumab anche da Padova - ha detto il dottor Paolo Ascierto a Cronache di Napoli - dove per ora sono 30 i pazienti che hanno evitato la rianimazione grazie all'effetto antinfiammatorio del farmaco sulla polmonite da Covid-19".

L'ULTIMO BOLLETTINO - L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che nella tarda serata di ieri sono pervenuti i risultati dei tamponi dell'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta che ha effettuato altri 47 test di cui 5 risultati positivi.

Altre Notizie