Sabato, 24 Ottobre, 2020

L’allarme della Rai nel 2015: "Cina, pericolosa ricerca su coronavirus in pipistrelli"

L’allarme della Rai nel 2015: L’allarme della Rai nel 2015: "Cina, pericolosa ricerca su coronavirus in pipistrelli"
Deangelis Cassiopea | 25 Marzo, 2020, 23:37

Nello stesso servizio venivano peraltro sottolineate anche le forti preoccupazioni per questo esperimento da parte della comunità scientifica internazionale. Nell'esperimento, gli scienziati hanno innestato la glicoproteina SHC014 presente nella specie di pipistrello nota come "Ferro di cavallo" sul virus della Sars che attacca nei topi. "Ne esce un supervirus che potrebbe colpire l'uomo". Si tratta del prodotto dell'evoluzione naturale e non di un'arma biologica. "Proprio tre giorni fa la stessa rivista ha chiarito che il virus di cui parla il servizio, creato in laboratorio, non ha alcuna relazione con il virus naturale Covid-19", ha aggiunto.

Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di Sanità, membro del comitato tecnico scientifico che affianca la Protezione Civile e il governo: "Non c'è nessuna evidenza che questo sia stato il meccanismo in base al quale è stato generato il Sars Cov 2". Di Maio attivi subito tutti gli accertamenti del caso. È proprio questa molecola, detta SHCO14 che permette al Coronavirus di attaccarsi alle nostre cellule respiratorie scatenando la sindrome.

"L'ultima scemenza e' la derivazione del coronavirus da un esperimento di laboratorio". Intanto Burioni smentisce l'affidabilità della notizia: "E' una bufala perché il Coronavirus è purtroppo naturale al 100 per cento". Le polemiche sono svanite qualche settimana dopo, quando a fine febbraio è stata pubblicata una ricerca scientifica sulla rivista Nature Medicine. Il virus doveva restare chiuso nei laboratori 'a scopo di studio'. "Ho referenze che non è cosi" "Non ho visto il servizio, ma ho referenze che non è così". Quindi al momento il virus di cui si parla nel servizio non ha nulla a che fare con il nuovo coronavirus e non sarebbe una prova che l'attuale Covid-19 sia nato in laboratorio.

"Presenteremo un'interrogazione urgente al ministro Di Maio perché faccia immediatamente luce con le autorità cinesi, circa i contenuti della trasmissione della TgR Leonardo del 16 novembre 2015", dice il senatore della Lega Tony Iwobi, vicepresidente della commissione Esteri al Senato.

"E' un esperimento che preoccupa quello di un gruppo di scienziati cinesi che innesta una proteina presa dai pipistrelli sul virus della Sars, la polmonite acuta, ricavato da topi" annuncia il conduttore di Tg3 Leonardo nella puntata del 16 novembre 2015.

Altre Notizie