Mercoledì, 05 Agosto, 2020

Raffica di scioperi contro le misure "troppo blande" di Conte

Coronavirus sindacati a Conte Raffica di scioperi contro le misure "troppo blande" di Conte
Evangelisti Maggiorino | 24 Marzo, 2020, 08:23

"E' evidente a tutta la cittadinanza che è il momento di fermare tutto ciò che non è strettamente necessario, pertanto chiediamo alla Prefettura di Forlì di procedere urgentemente alla convocazione di una Cabina di Regia con organizzazioni sindacali e datoriali richiesta dalle scriventi la scorsa settimana dopo la sottoscrizione del Protocollo nazionale su Salute e sicurezza".

Ci sono alcuni coordinatori infermieristici che rimandano gli operatori, con sintomatologia tipica da COVID 19, al medico curante invece di indirizzarli al Servizio di Prevenzione e Protezione. Vale anche per la fabbricazione delle macchine per l'agricoltura: "un contadino il trattore già ce l'ha e non se lo va certo a comprare oggi".

Occorre garantire tamponi periodici sul personale più esposto, occorre tutelare la Salute e i Diritti dei nostri sanitari! . "E' impossibile pensare di sconfiggere il virus se non si chiudono le attività produttive non essenziali", aggiunge. In emergenza servono scelte chiare e coraggiose per tutti: "fermiamo le attività non essenziali!" si legge nella nota di Fim, Fiom e Uilm.

Nell'incontro in video conferenza, tenutosi nel tardo pomeriggio di ieri, è stato proposto dal Governo un primo schema di attività da considerare non essenziali sulla base dei codici Ateco.

La convocazione è la risposta a stretto giro di posta del governo alla lettera inviata dai segretari generali Landini, Furlan e Barbagallo a Patuanelli e Gualtieri per richiedere appunto "con estrema urgenza" un incontro in relazione al Dpcm emanato il 22 marzo. E Landini (Cgil):"Se manca la sicurezza, sciopero generale". L'ARTICOLAZIONE DELLO SCIOPERO GENERALE DEL 25 MARZO - Il personale turnista parteciperà allo sciopero dall'inizio del turno notturno della serata antecedente.

"Le attività lavorative aperte devono essere davvero essenziali o proclameremo lo sciopero generale". Sciopero di 8 ore mercoledì per tutti i metalmeccanici delle aziende della Lombardia. "Onestamente non capisco a capire su cosa".

L'elenco delle attività che possono restare aperte in emergenza coronavirus per i sindacati è troppo lungo. "Mle è in attesa delle comunicazioni da parte dell'ATS così come previsto dai protocolli ministeriali, ha però precisato che in maniera preventiva sta agendo nell'interesse di tutelare tutti i lavoratori attivando da subito misure di sanificazione". "Inoltre una quota imprecisata, ma molto minoritaria, di questi lavoratori può svolgere la propria attività in smart working e quindi non deve recarsi presso il luogo di lavoro". Per il presidente di Confindustria "il 70% del tessuto produttivo italiano chiuderà".

Altre Notizie