Mercoledì, 08 Aprile, 2020

Codacons contro la Palombelli: "Frase razzista, boicottiamo"

Coronavirus | Barbara Palombelli: “Più malati al nord perché lavorano” Coronavirus, gaffe razzista della Palombelli
Deangelis Cassiopea | 24 Marzo, 2020, 05:39

La giornalista dichiara che passerà alle vie legali. Troppi contagi, troppi decessi che hanno probabilmente a che fare con una Regione ricca di lavoratori, cosa che forse non riguarda tutte le altre regioni.

Barbara Palombelli, una dei volti più noti della televisione italiana è stata bersagliata sui social e accusata di razzismo.

Barbara Palombelli, dunque, sfodera su Rete 4, il più classico dei luoghi comuni per trovare una spiegazione all'incessante ecatombe che in queste ora sta sconvolgendo l'Italia. E dovrebbe - meno distrattamente e con minor leggerezza - guardarsi attorno, osservare, per esempio, l'umanità fatta di medici e infermieri arrivati dal Sud e che negli ospedali del Nord si muove senza pausa per salvare uomini e donne. Ognuno di queste persone utilizza mezzi pubblici per spostarsi dando maggiore possibilità al contagio da Coronavirus.

Hanno fatto discutere le parole di Barbara Palombelli.

C'è anche chi chiede all'ordine dei giornalisti di prendere provvedimenti nei confronti di Palombelli. "Qualcuno ha capito male e ha montato una tempesta immaginaria". C'è chi, invece, risponde alla Palombelli con ironia: "Si sa che le persone del nord vanno a lavorare per mantenere noi scansafatiche del Sud". Caso contrario il Codacons è pronto ad organizzare un boicottaggio, invitando i telespettatori a non seguire il programma, come forma di protesta contro una odiosa deriva razzista che, in questi giorni, appare ancora più squallida.

Resta il fatto che il sud Italia, è stato tirato in ballo spesse volte durante l'emergenza coronavirus, soprattutto coinvolto nelle fake news.

Si parlava infatti di assenteismo, di 240 Medici assenteisti che non si sono presentati in ospedale per paura di contrarre il virus.

Altre Notizie