Lunedi, 03 Agosto, 2020

Nasce l'inno dei medici contro il coronavirus cantato dagli infermieri

Nasce l'inno dei medici contro il coronavirus cantato dagli infermieri Nasce l'inno dei medici contro il coronavirus cantato dagli infermieri
Deangelis Cassiopea | 23 Marzo, 2020, 17:45

Mogol ha trasformato "il mio canto libero" dove la simbologia dell'unità e della fiducia sono il premio alla fatica.

Il video è stato rilanciato dalla Fism e dal Ministero della Salute sul sito istituzionale.

Il testo è stato scritto appositamente per i camici bianchi dal maestro Giulio Rapetti, in arte Mogol, che ha rivisto le parole originarie de "Il mio canto libero", il classico della canzone italiana scritto con Lucio Battisti.

Un inno di speranza, nonostante le difficoltà del momento, che ci deve far riflettere ancora di più e capire che l'unica arma che abbiamo a disposizione per il momento è restare a casa.

"In un mondo che... fa paura ormai, noi ti aiuteremo sai..." Noi ce la faremo, tu lo vedrai. Adesso resta a casa, esci solo per la spesa, domani è un nuovo giorno... E allora ecco che per combattere il Coroanvirus arriva anche l'Inno ufficiale dei medici.

Da La Stampa tv riprendiamo il video che mostra l'iniziativa della Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche (Fism), che ha realizzato un video musicale per raccomandare ai cittadini di restare a casa.

"E' così nata l'idea di interpretare la canzone, con debita distanza tra i coristi, "mettendo a valore le capacità musicali di tanti professionisti delle corsie di tutta Italia per sottolineare come - conclude Fism - il difficile lavoro negli ospedali debba essere sostenuto dall'impegno di tutti".

Altre Notizie