Sabato, 19 Settembre, 2020

NBA, Vanessa Bryant torna a parlare della tragedia di Calabasas

NBA, Vanessa Bryant torna a parlare della tragedia di Calabasas NBA, Vanessa Bryant torna a parlare della tragedia di Calabasas
Cacciopini Corbiniano | 12 Febbraio, 2020, 16:40

Incancellabile. Vanessa Bryant non riesce a darsi pace dopo la morte di Kobe e della figlia Gigi, scomparsi insieme ad altre sette persone in seguito ad un incidente aereo lo scorso 26 gennaio. La piccola, una volta raggiunto l'importante traguardo, ride felice in direzione della mamma, che le fa i complimenti mentre riprende la tenerissima scena. Vanessa nel post pubblicato sotto il video ha condiviso il suo dolore: "Sono stata riluttante a spiegare con delle parole i miei sentimenti". Non riesco ad elaborare entrambi i lutti allo stesso tempo. "Sono arrabbiata per non avere più al mio fianco Gigi e Kobe, ma sono grata per essere qui con Natalia, Bianka e Capri", scrive Vanessa Bryant che solo pochi giorni fa ha condivso un tenero video in cui Capri si alza in piedi, sottolineando la somiglianza con il papà e con Gigi. E' come se stessi cercando di accettare che Kobe se ne sia andato, ma il mio corpo si rifiuta di accettare che Gigi non tornerà mai da me.

"Per favore, continua a pregare per tutti". Perché dovrei essere in grado di svegliarmi un altro giorno se la mia bambina non può avere questa opportunità? "Mi sembra di impazzire, aveva così tanta voglia di vivere". "Non posso essere con Kobe e Gigi ma per fortuna posso contare su Natalia, Bianka e Capri - ha proseguito la donna - Mi rendo conto che ciò che provo è' normale". E' parte del processo di elaborazione del lutto. Volevo solo condividere il mio stato d'animo nel caso ci fosse qualcuno là fuori che abbia subito una perdita come questa. Quanto vorrei che fossero ancora qui e che questo incubo finisse. Pregando per tutte le vittime di questa orribile tragedia.

Altre Notizie