Venerdì, 05 Marzo, 2021

Friedkin da Oscar: "Parasite" distribuito dalla sua casa cinematografica

Friedkin da Oscar: Friedkin da Oscar: "Parasite" distribuito dalla sua casa cinematografica
Deangelis Cassiopea | 11 Febbraio, 2020, 17:37

"Guardate qualche immagine e ascoltate la canzone che io conosco bene". C'è un po' di Italia, scrivono tutti in coro, nel trionfo di Parasite.

Cosa lega la notte degli Oscar, la vittoria del film "Parasite" e Gianni Morandi? E Morandi stesso "con gran fiuto aveva annusato il trionfo del film coreano". Quasi che il cantante abbia concesso l'utilizzo della canzone perché sapeva che avrebbe vinto e quindi ha in qualche modo creduto nel progetto fin dall'inizio.

Trionfa anche Morandi, scrive il Corriere di Bologna mentre per La Stampa l'Oscar lo vince anche Morandi. In una delle scene della pellicola possiamo ascoltare "In ginocchio da te", canzone di Gianni Morandi del 1964.

Friedkin da Oscar:

Sul palco l'attore ci ha regalato un bellissimo discorso sull'ineguaglianza, la giustizia, la compassione, la cultura della cancellazione e molto altro ancora. Merito del padre del regista sudcoreano che in casa aveva una discreta collezione di dischi italiani. "Cercavo un brano rilassante, che mi facesse pensare al sole del Mediterraneo".

Solo che quando hai parlato di quanto sia crudele "inseminare artificialmente una mucca, aspettare che partorisca e poi strapparle il suo cucciolo, per usarlo per produrre egoisticamente del latte che poi noi mettiamo nel nostro caffè", quasi commuovendoti per il dolore, ho irrimediabilmente sentito qualcosa stridere, dentro di me, perché ho pensato alle migliaia di donne che il nostro egoismo e il nostro egocentrismo sottopone alla pratica abominevole dell'utero in affitto. Allora andiamo a scoprire di cosa parla questo film, analizzando la trama.

Altre Notizie