Lunedi, 20 Gennaio, 2020

Azzolina risponde a Salvini: "Tesi copiata? Non hai mai studiato"

La ministra Lucia Azzolina Azzolina
Cacciopini Corbiniano | 14 Gennaio, 2020, 14:54

La neo Ministra che è Cracovia per il viaggio della memoria ad Auschwitz, ha risposto alle accuse e al polverone mediatico si è diffuso immediatamente su tutti i giornali e tg nazionali. "Fare peggio del ministro Fioramonti sembrava impossibile. Non ha mai studiato in vita sua e sarebbe strano se le distinguesse", ha affermato il ministro, rispondendo alla richiesta di dimissioni del leader della Lega. "Chiederemo al ministro di venire subito in Aula a riferire e di rassegnare immediate dimissioni, come già in passato hanno fatto i suoi omologhi in altri Paesi, perché gli italiani e il mondo della scuola meritano rispetto e verità". "D'altra parte - aggiunge, con una stilettata finale - l'anno scorso il ministro leghista Bussetti non si è presentato, e a maggior ragione era importante che io fossi qui oggi". "Confrontando diversi passi dell'estratto del lavoro disponibile online", riporta il quotidiano, "corrispondente alle prime tre pagine, con i rispettivi originali, si scopre che più o meno la metà di quel che c'è scritto in quell'estratto è il risultato di un plagio".

LA REPLICA - "Non fatevi prendere in giro: non é né una tesi di laurea, né un plagio, né nulla". La tesi contestata, 41 pagine intitolate "Un caso di ritardo lieve associato a disturbi depressivi", è stata realizzata in conclusione degli studi presso la Scuola di specializzazione per l'insegnamento secondario della Toscana.

Secondo quanto scrive il linguista Massimo Arcangeli, la tesi contiene molti paragrafi copiati da manuali specialistici senza citazione, fatti passare come propri.

Il neo ministro dell'istruzione, Lucia Azzolina, ha pubblicato un post su Facebook dove ha parlato della sua visita ad Auschwitz, insieme ad alcuni ragazzi delle scuole italiane e all'Unione delle comunità ebraiche: l'occasione era quella di commemorare le vittime dei campi di sterminio. La Lega va all'attacco e chiede le dimissioni della titolare dell'Istruzione. Roba da matti. Si vergogni e vada a casa - le parole del segretario della Lega Matteo Salvini - Un ministro che assume i professori che ha copiato la tesi e un altro ministro indagato (Manfredi, ndr) che ora rappresenta studenti e insegnanti. Ma d'altra parte non mi stupisce mica che Salvini non sappia distinguere una tesi di laurea da una tesi di fine relazione di un tirocinio SIS. Gli fa eco il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari: "Che dice il Movimento 5 stelle in merito alle rivelazioni di stampa che accuserebbero di plagio la loro ministra Azzolina?".

Il caso Azzolina richiama alla mente quello di Marianna Madia. "Ci aspettiamo lo stesso dalla Azzolina, per salvare almeno la faccia, se non il curriculum".

Altre Notizie