Sabato, 04 Aprile, 2020

Eataly: Guerra resta presidente ma lascia gestione, Nicola Farinetti confermato ad

Eataly e Andrea Guerra ai saluti Andrea Guerra
Esposti Saturniano | 12 Gennaio, 2020, 17:41

Oscar conferma anche che non muta l'azionariato di Eataly detenuto per il 60 per cento circa dai Farinetti con partecipazioni del 20 percento ciascuno della famiglia Miroglio e della Tamburi investment partners.

In particolare, Andrea Guerra - pur mantenendo la presidenza - lascia le cariche operative e la gestione corrente, mentre Nicola Farinetti, figlio di Oscar, resta amministratore delegato. Il cambio di governance è stato approvato dal consiglio di amministrazione della società.

Novità nella governance di Eataly. "Andrea ha dato un contributo decisivo per accelerare l'evoluzione della struttura organizzativa".

Nel comunicato ufficiale diramato questa mattina da Eataly, il fondatore dichiara: "Ad Andrea Guerra vanno i ringraziamenti per l'enorme apporto manageriale e umano fornito in questi quasi cinque anni di intensa attività". "Ma ho la consapevolezza - spiega - che abbiamo compiuto un percorso che ha rafforzato la società nel mondo". "Nicola, con il quale ho lavorato a strettissimo contatto in questi bellissimi cinque anni, è certamente la persona giusta per guidare la squadra che dovrà compiere l'ulteriore salto evolutivo che Eataly è pronta a fare", aggiunge il manager milanese.

L'inizio di un 2020, si legge nella nota, sarà "pieno di nuove iniziative con ulteriori importanti aperture in America e a Londra" mentre il prossimo mese verranno annunciati i risultati del 2019 "che può essere definito come un ulteriore anno di grande crescita globale della società". Guerra manterrà comunque la presidenza di Eataly per un periodo di transizione.

AgronewsIl figlio Francesco si occupera' di Green pea e Andrea delle aziende agricole.

Qanto alle prospettive, il fondatore non smentisce il progetto di quotazione (che potrebbe avvenire negli Stati Uniti): "Eataly non ha bisogno di rastrellare quattrini sul mercato, è in grado di finanziare la crescita tranquillamente con il suo cash flow".

Altre Notizie