Venerdì, 28 Febbraio, 2020

Intesa: accordo con Nexi, entra con 9,9%

Nexi-Intesa Sanpaolo alleanza nei Pos da 1 miliardo. Alla banca il 9,9 Intesa Sanpaolo, accordo con Nexi: ingresso nel capitale al 9,9%
Esposti Saturniano | 22 Dicembre, 2019, 09:08

Sul paniere principale spicca il balzo registrato da Nexi (+4,22%) a seguito della diffusione della notizia del tanto atteso accordo con Intesa Sanpaolo (+0,59%) sui sistemi di pagamento. Nel report pubblicato oggi S&P precisa che Nexi "finanzierà l'acquisizione interamente con nuovi debiti" e che "l'acquisizione non indebolisce significativamente la view relativa la leva finanziaria di Nexi, ma ritarda il miglioramento che ci aspettavamo nelle metriche chiave". L'operazione, che si colloca nel contesto di un mercato europeo sempre più competitivo, è coerente con la visione strategica di Nexi e contribuirà ad accelerare il processo di digitalizzazione dei pagamenti in Italia. L'operazione si dovrebbe chiudere nel 2020, una volta ottenute le autorizzazioni delle autorità competenti.

Perché Intesa si interessa a Nexi? Il ramo d'azienda ha per oggetto l'attività di acquiring, attualmente svolta nei confronti di oltre 380 mila punti vendita che fanno capo a circa 180 mila esercenti, che hanno generato tra ottobre 2018 e settembre 2019 un volume di transazioni complessivo di 66,2 miliardi di euro. Nel dettaglio, Intesa Sanpaolo conferirà il ramo d'azienda merchant acquiring a una controllata di Nexi e la banca otterrà in cambio azioni della controllata. In sostanza Intesa Sanpaolo venderà a Nexi - per un corrispondente corrispettivo in denaro - le azioni ricevute a fronte del conferimento e, con parte di tale corrispettivo, acquisterà poi da Mercury UK HoldCo Limited, socio di riferimento di Nexi, azioni di quest'ultima per un ammontare di 653 milioni di euro, pari a una quota di partecipazione di Intesa Sanpaolo nel capitale sociale di Nexi del 9,9%. Contestualmente è stata estesa l'attuale partnership industriale nei servizi di issuing e ATM acquiring con Intesa, avviata con l'acquisizione di Setefi nel 2016, allineandone così la durata con quella dell'accordo commerciale sopra descritto.

Il perfezionamento dell'operazione è atteso per il prossimo anno.

Altre Notizie