Martedì, 21 Gennaio, 2020

Angela Merkel visita Auschwitz

Merkel ad Auschwitz Vergogna profonda. Mai dimenticare La Merkel, Auschwitz e l'antisemitismo che non passa
Evangelisti Maggiorino | 08 Dicembre, 2019, 14:38

La cancelliera tedesca Angela Merkel è in visita al campo di concentramento di Auschwitz in Polonia, oggi diventato un museo. Non lo dobbiamo dimenticare mai. "Provo una vergogna profonda".

Ha fatto visita ad altri lager nel tempo, ma non ad Auschwitz, dove l'ultimo cancelliere ad arrivare fu Helmut Kohl nel 1995.

Insieme alla delegazione polacca quindi, la Merkel ha attraversato il cancello con la scritta "Arbeit macht frei" e, come detto, dopo aver depositato la corona di fiori davanti il Muro della Morte, ha proseguito il suo cammino nel Campo.

Auschwitz - Angela Merkel per la prima volta varca i cancelli di Auschwitz. Prima di entrare, ha rallentato un paio di volte, si è fermata.

Angela Merkel è stata accompagnata nella sua visita dal primo ministro polacco Mateusz Morawiecki, da un sopravvissuto al campo di sterminio, Bogdan Stanislaw Bartnikowski, dal capo della comunità ebraica tedesca, Josef Schuster, e dal capo del Consiglio centrale dei sinti e dei rom tedeschi, Romani Rose.

Questo discorso, è una conferma della linea di nessuna tolleranza su nessun antisemitismo. I responsabili devono essere identificati chiaramente, ha dichiarato. "Ricordare i crimini, indicare i suoi autori e rendere un omaggio degno alle vittime è una responsabilità che non finisce mai". Non è negoziabile. Ed inseparabile dal nostro Paese. Essere consapevoli di questa responsabilità fa parte della nostra identità nazionale, e comprenderlo ci rende una società illuminata e libera. una democrazia. Merkel questa settimana ha annunciato la concessione di 60 milioni di euro alla fondazione Auschwitz-Birkenau.

"Non dobbiamo mai dimenticare".

Altre Notizie