Mercoledì, 23 Settembre, 2020

Formula E | La stagione 2020/2021 sarà Campionato Mondiale FIA

Formula E costruttori Fonte Motorsport Images
Cacciopini Corbiniano | 06 Dicembre, 2019, 14:07

"La creazione e lo sviluppo della Formula E sono stati una grande avventura". L'accordo è stato siglato nella sede del Consiglio Mondiale della FIA, a Place de la Concorde di Parigi dal presidente federale Jean Todt e dal presidente della categoria elettrica Alejandro Agag. Nel 2020/2021 la Formula E sarà certificato come Campionato del Mondo FIA. Dalla settima stagione quindi la categoria prenderà ufficialmente il nome di FIA ABB Formula E World Championship.

La possibilità di assegnare il titolo di campione mondiale regalerà alla Formula E ancora più interesse, con l'ovvia conseguenza di attirare l'attenzione dei media, degli sponsor e delle stesse case automobilistiche, sempre interessate a sfruttare la vetrina del campionato elettrico per promuovere i loro modelli a ridotte emissioni. Il raggiungimento dell'impresa e la concessione dello status di campionato mondiale FIA aggiunge più credibilità a ciò che è già un prodotto sportivo spettacolare. Tutto quello che abbiamo fatto fino ad ora è stato per arrivare anche a questo momento. Da quando abbiamo iniziato questo viaggio, la Formula E è senza dubbio andata sempre più forte. Questo accordo pone davvero la Formula E ai massimi livelli delle competizioni internazionali.

In pochi anni, la Formula E ha dimostrato di essere importante per l'industria automobilistica e, non a caso, quest'anno altri due costruttori hanno deciso di partecipare. L'impegno e la professionalità di quei produttori e dei rispettivi team si rispecchiano nella qualità dei piloti, migliorati in ogni stagione. Oggi possiamo finalmente affermare di esserci riusciti. "Fin dalla prima gara a Pechino 2014, la Formula E ha dimostrato che il concetto di corse elettriche all'avanguardia funziona", ha detto Todt. Sono fiero che oggi annunciamo il suo status di campionato del mondo FIA. Un riconoscimento di gran prestigio per un movimento che oggi conta tanti piloti e costruttori di livello mondiale, tra cui Audi, BMW, DS Automobiles, Nissan, Jaguar, Mahindra, Penske e le nuove arrivate Mercedes e Porsche.

Lo spagnolo Alejandro Agag non nasconde la sua gioia che era quella di riconoscere alla Formula E il valore di Campionato del Mondo FIA e l'orgoglio di aver conquistato un obiettivo tanto ambizioso perorato da tempo.

Altre Notizie